Sabato, 01 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Idee per l'albero di Natale 2021? "Vero", tech o sintetico recuperato dalla cantina

Idee per l'albero di Natale 2021? "Vero", tech o sintetico recuperato dalla cantina

Idee per l'albero di Natale 2021? "Vero", tech o sintetico recuperato dalla cantina.

Conto alla rovescia per lo shopping dell’albero di Natale "vivo" con aghi e radici, che quest’anno entrerà nelle case di quasi 3 milioni di famiglie per una spesa media di 44 euro. È quanto emerge da un’indagine Coldiretti/Ixé.

Un’abitudine irrinunciabile per l’85% delle famiglie, con il 63% che opta ancora l’albero sintetico recuperato dalla cantina; una scelta dovuta a questioni economiche ma anche per la facilità di trasporto e al minor numero di metri quadrati disponibili a casa, riferisce Coldiretti.

Qual è il prezzo degli abeti veri

I prezzi degli abeti veri vanno a seconda delle varietà e dell’altezza: fino a 1,5 metro si va tra i 10 ai 60 euro a seconda anche della presenza delle radici e del vaso; per oltre i 2 metri si sale anche a 200 euro.

In Italia le piante sono coltivate soprattutto nelle zone montane e collinari altrimenti destinate all’abbandono e contribuiscono a migliorare l’assetto idrogeologico e a combattere erosione ed incendi. Quanto alle coltivazioni il 90% deriva dai vivai per la maggior parte in Toscana e Veneto mentre il 10% sono cimali o punte di abete della normale pratica forestale indispensabile per la gestione del bosco.

Alberi di plastica importati per lo più dalla Cina

Tutt'altra cosa, precisa la Coldiretti, sono le piante di plastica importate per lo più dalla Cina che, non solo consumano petrolio e liberano gas ad effetto serra per la loro realizzazione e il trasporto, ma impiegano oltre 200 anni prima di degradarsi nell’ambiente. Peraltro l’emergenza Covid, conclude Coldiretti, mette ancora più in evidenza l’importanza di sostenere il lavoro del settore florovivaistico che conta 27 mila imprese, per circa 200 mila posti di lavoro compreso l’indotto.

Qest'anno vanno di moda i nuovi ‘half’ (mezzo albero) a misura di bebè

Sul fronte degli abeti sintetici si segnalano i nuovi ‘half’ (mezzo albero) che piacciono alle famiglie con pets o bebè perché aiutano a prevenire la rottura di sfere e pendenti fragili. Impazza nei paesi anglosassoni e sulle piattaforme di e-commerce al costo di 115 euro. Ha la forma ad alberello con una testa fitta di aghi ed un fusto nudo così da essere scelto soprattutto dalle famiglie con bebè o animali domestici ad evitare la rottura di palline e pendenti fragili che restano a debita distanza da zampine o manine.

Alberi della tradizione vittoriana o domotici con luci e decori smart

Anche sul fronte delle decorazioni degli alberi, resiste l’amore per la tradizione, che vede i rami degli alberi ricchi di sfere, angeli, candele e nastri, secondo lo stile vittoriano (dalla tradizione tedesca e poi inglese), il più classico dei classici. Questo tipo di decoro prevede anche l’aggiunta di oggetti cuciti e ricamati a mano (come accadeva nell’Ottocento) e per questo non mancano i videotutorial su come farli.

Sul fronte opposto gli alberi domotici, decorati con luci a led smart e interattive. Come quelle che cambiano colore e ritmo con il semplice battito delle mani, come ha mostrato oltre un mese fa’ su Instagram ai suoi 25.5 milioni di seguaci l’influencer da record Chiara Ferragni, condividendo la propria casa pronta per le feste con un mese abbondante di anticipo, mostrando ghirlande di frutta rossa e un imponente albero di Natale al centro del salone, decorato con luci smart e ghirlande di frutta. Lei questo anno si è servita nella boutique pop-up di via della Spiga dell’event producer e flower designer Vincenzo D’Ascanio (dove gli abeti più alti costano tra i 630 e i 1.300 euro).

Treendom, l'albero come prodotto hi-tech,

Treedom, l'azienda fiorentina che pianta alberi in tutto il mondo, più di 2.000.000 dalla sua fondazione, lancia una campagna inedita per questo Natale: presentare un albero come si farebbe con un prodotto hi-tech, anzi come la più avanzata delle tecnologie. È il concept della nuova campagna dell'azienda per invitare a regalare alberi per questo Natale. "La vita come la conosciamo sulla Terra dipende da una tecnologia così avanzata, che spesso ce ne dimentichiamo: quella degli alberi", afferma Tommaso Ciuffoletti, Head of Content di Treedom, nel presentare la campagna che ha preso il via lunedì e si svilupperà attraverso una serie di contenuti e collaborazioni costruite per raccontarla.

 

Un albero in ogni stanza per illuminare il Natale

Dallo scorso anno prosegue l’abitudine di preparare un albero per ogni stanza e, per la camera dei bambini, si può scegliere la versione in stile Montessori, ritagliando sagome di panno lenci da appendere alla porta o alle pareti della stanza e che i bambini possono decorare da soli armati di panno, forbici e velcro.

 

Avis accenderà l'albero di Natale più grande del mondo a Gubbio

Sarà l’Avis, Associazione volontari italiani del sangue, il testimonial 2021 per la 41/a accensione dell’Albero di Natale più grande del mondo di Gubbio, il 7 dicembre. «Abbiamo ritenuto importante - ha spiegato il presidente del comitato degli «Alberaioli», Giacomo Fumanti - riconoscere pubblicamente il grande sforzo messo in campo da Avis negli ultimi due anni per fronteggiare il virus. L’invito ad accendere il grande abete luminoso natalizio vuol essere una forma di gratitudine per l’importanza del lavoro che svolge ogni giorno, dal 1927». A Gubbio, per l’accensione del 7 dicembre, sono attesi, fra gli altri il presidente nazionale di Avis, Gianpietro Briola, e i vertici locali dell’associazione. La cerimonia di accensione si svolgerà presso l’area della pista ciclabile Le Cerque. I mille tagliandi gratuiti per accedere all’area saranno disponibili all’Ufficio informazioni turistiche di via della Repubblica e presso l’infopoint-biglietteria del circuito ChristmasLand in piazza Quaranta Martiri. La cerimonia di accensione sarà trasmessa in diretta anche sui canali social dell’Albero di Gubbio (Facebook, YouTube, Instagram). L’Albero, che nel 1991 è entrato nel Guinnes dei primati, è costituito da oltre 250 punti luminosi di colore verde che ne delineano la sagoma. E’ alto oltre 650 metri con il corpo centrale disseminato da oltre 300 luci multicolore.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook