Mercoledì, 30 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Mattarella ad Assisi per San Francesco. Zuppi: "Affidiamo l'Italia al nostro Patrono"

Mattarella ad Assisi per San Francesco. Zuppi: "Affidiamo l'Italia al nostro Patrono"

"Se ne esce solo insieme! Le difficoltà non sono affatto finite. Lo vediamo drammaticamente nel mondo e nel nostro Paese. Affidiamo l'Italia all'intercessione del nostro Patrono. Sostenga, in un momento così decisivo, l'amore politico e di servizio alla casa comune, perché nella necessaria diversità tutti concorrano all'interesse nazionale, indispensabile per rafforzare le istituzioni senza le quali nessun piano può essere realizzato e per affrontare delle spine così grandi". Così il card. Matteo Maria Zuppi, presidente della Cei, nella messa ad Assisi per la festa di San Francesco.

"Il nostro Patrono, uomo universale, aiuti l'Europa a essere all'altezza della tradizione che l'ha creata - ha aggiunto il cardinale Zuppi - e il mondo intero a non rassegnarsi di fronte alla guerra. Lui, amico di tutti, ci aiuti a sconfiggere ogni logica speculativa, piccola o grande, anonima e disumana, perché ogni speculazione è una forma di sciacallaggio che aumenta le ingiustizie e crea tanta povertà. E mi sembra che non manchi".

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è ad Assisi per partecipare alle celebrazioni in onore di San Francesco, patrono d'Italia. Ad accogliere il capo dello Stato sono stati il custode del Sacro Convento, fra Marco Moroni, e la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei e la sindaca di Assisi Stefania Proietti. Presente anche il presidente della Cei, il cardinale Matteo Zuppi. A due anni dalla pandemia è l'Italia intera, non una sola regione come avviene di solito, ad accendere la lampada che arde ad Assisi presso la tomba di San Francesco. A farlo sarà quindi il presidente Mattarella nel corso della celebrazione liturgica nella Basilica superiore. Poi dal loggiato del Sacro Convento rivolgerà il tradizionale Messaggio alla Nazione. Ad attendere Mattarella anche tanti bambini che alla sua vista hanno gridato "presidente presidente" per poi intonare l'inno di Mameli.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook