Giovedì, 08 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport Valentino Rossi e l'ultimo Gp. Dall'Aprilia fino ai duelli con Biaggi, Stoner e Marquez. Il ritiro del mito delle due ruote - FOTO

Valentino Rossi e l'ultimo Gp. Dall'Aprilia fino ai duelli con Biaggi, Stoner e Marquez. Il ritiro del mito delle due ruote - FOTO

Ventisei anni di carriera, 431 gare disputate (di cui 115 vinte), 235 podi (di cui 199 in MotoGp) e 9 titoli mondiali. Classe 1979, Valentino Rossi è un vero e proprio mattatore del motomondiale. Finito nella storia sportiva fin da ragazzino, Valentino ha sempre attratto simpatia anche per i suoi modi di fare e i look stravaganti. Tra i piloti più titolati del motociclismo, in virtù dei nove titoli mondiali conquistati (cinque dei quali vinti consecutivamente tra il 2001 e il 2005), è l’unico pilota nella storia del motomondiale ad aver vinto il titolo in quattro classi differenti: 125, 250, 500 e MotoGp.

MotoGP, a Valencia trionfa Bagnaia. Valentino Rossi, nella sua ultima gara, chiude decimo. Tripudio di fan per "The Doctor"

14-11-2021

Strani scherzi del destino, pure coincidenze? Valentino Rossi è pronto a correre a Valencia (semafori verdi oggi alle 14) la sua ultima corsa e lo fa con quel numero scolpito sulla moto, il 46, che lui ha scelto come eredità di papà Graziano che lo aveva nel 1979, l'anno in cui nacque Valentino e l'anno in cui papà Graziano vinse nella 250 a Rijeka in Slovenia. Fate la somma di 14, 11 e 21 e vedete quanto fa: incredibilmente 46!

Il primo podio nel 1996

Il primo podio arriva nel 1996 quando Valentino, ancora 17enne, corre con l’Aprilia nella classe 125. Nel 1997 sullo stesso circuito - quello di Brno in Repubblica Ceca - il Dottore conquista anche il suo primo Mondiale 125. L’anno successivo fa il suo esordio in 250 a Suzuka e nel '99 vince il suo secondo titolo mondiale. E’ alla fine di questa stagione che Rossi sbarca, in sella alla Honda, nella classe regina, la 500, dove nel 2001 domina la scena con undici vittorie, tredici podi.

Il re incontrastato della MotoGp

Anche in MotoGp il dominio di Rossi è incontrastato: vince i primi 4 anni, i primi 2 con la Honda, gli ultimi con la Yamaha. Il 28 settembre 2008, a Motegi, il Dottore si laurea campione del mondo per l’ottava volta in carriera e nel 2009 conquista il nono titolo. Oggi a Valencia la gara numero 432. L’ultima.

"La cosa più bella della mia carriera è essere diventato un'icona

"Nella mia carriera la cosa piu' bella è esser diventato un'icona", così Valentino Rossi da Valencia, dove oggi con il Gp conclusivo della stagione correra' l'ultima gara del Mondiale della sua vita. "In questi anni in cui sono sceso in pista - ha detto - tanta gente si è interessata al motociclismo per me, e questo sport è diventato piu' famoso e seguito. Tra noi piloti si parla della gara, ma essere stato un'icona e' quel che mi resta di piu' bello delle mia carriera".

"Il momento più brutto? Quando ho deciso di smettere"

"Per il futuro non ho un sogno particolare. Il mio era diventare campione del mondo della MotoGP e l'ho realizzato - prosegue Rossi -. Sarebbe stato importante vincere il decimo titolo, sarebbe stato come chiudere il cerchio, ma è andata così. Non mi lamento, ho fatto una carriera molto lunga, già lottare per la vittoria è sempre un enorme divertimento". Il campione di Tavullia ammette anche di aver preso male la decisione di lasciare le corse. "Il momento più brutto? E' stato quando ho deciso di smettere. Verso giugno è stata dura, se fossi stato più competitivo avrei anche continuato invece ho dovuto smettere. Ora mi sento abbastanza bene, cerco di restare concentrato sulla gara, dare il massimo".

Le rivalità storiche: da Biaggi, a Gibernau, da Stoner a Lorenzo fino ad arrivare a Marquez

"Prima di parlare con me sciacquati la bocca". Siamo nel 1998 a Suzuka in Giappone ed a proferire queste parole è il pilota romano Max Biaggi nei confronti del più giovane Valentino Rossi. In questo arco temporale il giovane pilota di Tavullia aveva appena ereditato l'Aprilia guidata negli anni precedenti da Biaggi. L'acredine tra i due sfocia in uno scontro in cui vengono alle mani: siamo nel 2001 al termine del Gran Premio di Barcellona poco prima di salire sul podio con uno scontro accesissimo che coinvolge anche gli entourage dei due piloti. In precedenza, sempre vent'anni fa nel 2001, in Giappone avvenne uno degli episodi più famosi nella rivalità tra Biaggi e Rossi, quando nel corso della gara dapprima il romano aveva superato il rivale allargando scorrettamente e vistosamente il braccio, facendo rischiare al pesarese una caduta agli oltre 200 all'ora, e pochi giri dopo lo stesso Rossi restituì il "favore" a Biaggi sorpassandolo mostrandogli nell'occasione, in diretta televisiva, il dito medio. Passa qualche anno e Valentino Rossi vive un nuovo dualismo con il pilota spagnolo Sete Gibernau. I due vanno d'accordo fino a quando però l'iberico non inizia ad insidiare la leadership del "Dottore". Nel 2005 all'ultima curva del Gp di Spagna Valentino sorpassa Gibernau grazie ad una "spallata" che tarpa le ali anche e soprattutto a livello psicologico allo spagnolo. Negli anni successivi Valentino Rossi si trova sul proprio cammino l'australiano Casey Stoner: rimarrà memorabile il Gp di Laguna Seca nel 2008 in cui Rossi si rese protagonista di un sorpasso ai limiti del regolamento sfruttando la parte esterna della pista.

Nel passaggio di Rossi alla Yamaha inizia un rapporto non proprio semplice con il compagno di squadra, lo spagnolo Jorge Lorenzo. I due a tratti non sembrano gareggiare nello stesso team anche se in pista il dualismo si mantiene sempre sui binari della correttezza. Anche in questo caso rimarrà negli annali il sorpasso capolavoro nel 2009 di Rossi ai danni di Lorenzo a Barcellona. L'ultima grande rivalità di Valentino Rossi è con il compagno più giovane di 14 anni Marc Marquez. Considerato proprio l'erede di Valentino, Marquez cresce con il suo mito fino a quando però i due non lottano in pista. Siamo nel 2015 e nel Gp di Malesia un corpo a corpo all'ultimo respiro vede franare a terra lo spagnolo. Una manovra che costa cara a Valentino che si vede retrocesso ultimo nel Gp seguente di Valencia compromettendo di fatto la vittoria del mondiale poi vinto da Lorenzo.

Aneddoti e curiosità

- Valentino Rossi è l'unico pilota ad aver vinto il Campionato del Mondo in quattro categorie: 125, 250, 500 e MotoGP.

- Rossi e Giacomo Agostini sono gli unici due piloti ad aver vinto i titoli della classe regina sia con moto a due tempi che a quattro.

- La sua vittoria al GP di apertura della stagione 2004 in Sudafrica lo ha reso il primo pilota a ottenere vittorie consecutive nella classe regina con moto appartenenti a due costruttori diversi.

- Nel 2004 è diventato solo il secondo pilota a vincere per due volte i titoli della classe regina su diverse marche di moto.  Eddie Lawson è stato il primo, vincendo con una Yamaha nel 1988 e una Honda nel 1989.

- Detiene il record di podi consecutivi nella classe regina, ottenendo 23 risultati consecutivi nei primi tre dal GP del Portogallo nel 2002 al GP del Sudafrica nel 2004.

- Rossi ha avuto l'onore di segnare la 500° vittoria per la Honda quando ha vinto il GP del Giappone 500cc nell'aprile 2001.

- È l'unico pilota ad aver vinto il titolo della classe regina su quattro diversi tipi di moto: 500cc due tempi Honda, 990cc quattro tempi Honda, 990cc quattro tempi Yamaha, 800cc quattro tempi Yamaha.

- Rossi ha vinto gare di GP con sette moto diverse: 125cc Aprilia, 250cc Aprilia, 500cc Honda, 990cc Honda, 990cc Yamaha, 800cc Yamaha e 1000cc Yamaha.

- Le sue 11 vittorie del 2005 sono il più alto numero di primi posti ottenuti nella classe regina in una sola stagione da un pilota Yamaha.

- È l'unico pilota a vincere cinque o più gare consecutive in classe regina con una Yamaha.

- È l'unico pilota della storia ad aver vinto cinque o più gare consecutive su due moto diverse (Yamaha e Honda).

- È il pilota Yamaha di maggior successo di tutti i tempi con 56 vittorie con la moto della casa di Iwata.

- Le sue 89 vittorie in classe regina lo rendono il pilota col maggior numero di primi posti nella storia dei Gran Premi (il secondo in questa lista è Giacomo Agostini con 68 vittorie in classe regina).

- Ha vinto 115 gare di GP nelle tre classi.  Solo Giacomo Agostini con 122 vittorie è salito più volte sul gradino più alto del podio nelle gare di gran premio.

- Il terzo posto di Valentino Rossi a Jerez nel 2020 è stata la 199° volta in cui è salito sul podio da quando è in classe regina, più di qualsiasi altro pilota (il secondo in questa lista è Jorge Lorenzo con 114 podi in classe regina).

- È salito sul podio 235 volte in tutte le categorie, più di qualsiasi altro pilota nella storia dei Gran Premi (il secondo in questa lista è Giacomo Agostini con 159 podi nei Gran Premi).

- Il GP di Valencia sarà la 432esima partenza di Rossi in un Gran Premio. Ciò significa che ha preso parte al 44,4% di tutti i Gran Premi che hanno avuto luogo da quando il Campionato del Mondo è iniziato nel 1949. (Il pilota col secondo maggior numero di partenze è Andrea Dovizioso con 332 alla fine del 2021).

- Il totale finale delle partenze di Rossi nei GP della classe regina sarà di 372, compresa la gara di Valencia; questo è più di qualsiasi altro pilota (il secondo nella lista è Alex Barros con 245 partenze nei GP della classe regina).

- Rossi ha la più lunga carriera vincente nella classe regina delle corse GP, con la sua ultima vittoria al Dutch TT nel 2017 che arriva 16 anni e 351 giorni dopo la sua prima vittoria in 500cc GP a Donington nel 2000 (il pilota con la seconda più lunga carriera vincente nella classe regina è Alex Barros - 11 anni e 204 giorni).

- Ha anche la più lunga carriera vincente nei GP in tutte le classi; 20 anni 311 giorni tra la sua prima vittoria GP nella classe 125cc a Brno nel 1997 e la sua ultima vittoria GP ad Assen nel 2017 (il secondo in questo senso è Loris Capirossi con una carriera vincente GP di 17 anni 49 giorni).

- Durante la sua carriera Rossi ha gareggiato in 38 diversi circuiti.

- Di questi 38 circuiti, ha ottenuto la vittoria di almeno un GP in 29 di essi.  Nessun altro pilota nella storia dei Gran Premi motociclistici ha vinto in tanti circuiti diversi come Rossi.

- I circuiti in cui Rossi ha avuto più vittorie di GP sono Catalunya e Assen, dove ha vinto 10 volte in ognuno di questi due circuiti.

- Nella classe regina Rossi ha gareggiato in 29 circuiti diversi.

- Ha vinto in classe regina in 23 di questi 29 circuiti.

- Il circuito dove Rossi ha avuto più vittorie in classe regina è Assen, con otto.

- Il circuito in cui Rossi ha fatto il maggior numero di apparizioni nei Gran Premi è al Circuito de Jerez, pista dalla quale è scattato 27 volte nelle tre classi, 23 delle quali in classe regina.

- Durante la sua carriera nei Gran Premi, Rossi ha condiviso il podio con 55 piloti diversi. Il pilota con cui è salito sul podio più spesso è Jorge Lorenzo - 53 volte.

- In classe regina Rossi ha condiviso il podio con 38 piloti diversi.

- L'ultima volta che Rossi ha condiviso il podio con un pilota più grande di lui è stato al Gran Premio della Repubblica Ceca del 2008, il pilota in questione era Loris Capirossi.

- Quello di Valencia, che è l'ultimo evento di Valentino Rossi, sarà molto probabilmente l'ultima volta in cui un pilota nato negli anni '70 inizierà la gara di un Gran Premio.

- Ci sono tre piloti con cui Rossi ha condiviso il podio in classe regina senza salire su un gradino più alto: Alex Rins, Fabio Quartararo e Stefan Bradl. (tratte dal sito motogp.com)

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook