Domenica, 25 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport Il Catanzaro riacciuffa il pareggio in extremis con l'Audace Cerignola FOTO

Il Catanzaro riacciuffa il pareggio in extremis con l'Audace Cerignola FOTO

Audace Cerignola-Catanzaro 2-2

MARCATORI: 11’ pt Biasci (C), 15’ pt Malcore (AC), 42’ st Coccia (AC), 49’ st Pontisso (C).

AUDACE CERIGNOLA (3-4-1-2): Saracco 6; Gonnelli 6 Capomaggio 6 Ligi 6; Coccia 6,5 Tascone 6,5 (42’ st Achik sv) Bianco 6,5 (32’ st Blondett sv) Russo 6,5; Sainz Maza 6 (16’ st Langella 6); D’Andrea 6 (42’ st Botta sv) Malcore 6 (16’ st Neglia 6,5). A disp.: Trezza, Fares, Olivera, Allegrini, Inguscio, D’Ausilio, Mancarella, Farucci, Vitali, Giofrè. All.: Pazienza 6.5.

CATANZARO (3-5-2): Fulignati 6,5; Martinelli 6 Brighenti 5,5 Scognamillo 6; Situm 6 Ghion 6,5 (38’ st Pontisso 6) Sounas 5,5 (18’ st Bombagi 5,5) Verna 5,5 (18’ st Welbeck 5,5) Vandeputte 6; Biasci 6,5 (25’ st Curcio 6) Iemmello 5 (18’ st Cianci 5). A disp.: Sala, Tentardini, Gatti, Mulè, Cinelli. All.: Vivarini 6.

ARBITRO: Galipò di Firenze 6.

NOTE: spettatori 3000 circa, di cui 150 ospiti. Ammoniti: Malcore (AC), Bianco (AC), Ligi (AC), Capomaggio (AC), Coccia (AC), Biasci (C), Brighenti (C), Vandeputte (C), Sounas (C). Angoli: 4-2 per il Catanzaro. Recupero, 1’ pt, 6’ st.

Quasi all’ultimo tuffo, il Catanzaro riacciuffa il pareggio a Cerignola, in casa di un Audace capace di ribaltare provvisoriamente le sorti del match. Pontisso al 94’ evita il primo ko stagionale in una sfida ostica e nervosa specie nella parte conclusiva: passo leggermente rallentato ma la trasferta foggiana avrà comunque degli insegnamenti utili per il prosieguo della stagione. Niente turnover per Vivarini, solito e collaudato 3-5-2 e la conferma degli undici che hanno travolto il Latina, con la coppia offensiva Biasci-Iemmello. Alla prima opportunità buona, il Catanzaro si accende distendendosi in una manovra di prima che porta alla sponda di Ghion e alla conclusione chirurgica sul palo lungo di Biasci per lo 0-1 al minuto 11. La rete subita non abbatte i gialloblu, Malcore insidia Fulignati già al 13’ e due giri di lancette più tardi il portiere calabrese può solo toccare l’inzuccata del numero 9 locale su cross preciso di Bianco. Parità sull’1-1. E' nello spezzone finale che il match si infiamma: all’87’ Neglia centra dall’out mancino, sul secondo palo irrompe Coccia che trova un altro miracolo di Fulignati, la sfera resta lì e l’esterno ex Potenza manda in fondo al sacco il tap in. A questo punto è arrembaggio totale, scorre il 94’ quando una punizione battuta poco oltre la linea mediana trova la sponda di Curcio per Pontisso, lesto ad infilare Saracco sotto il settore ospiti. Gol confezionato da due ingressi dalla panchina e divisione finale della posta, il Catanzaro mantiene l’imbattibilità e guarda ora al prossimo confronto interno col Messina.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook