Domenica, 29 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Televisione

Home Foto Televisione «Boomerissima»: millennial contro boomer nel nuovo “gioco” di Alessia Marcuzzi su Rai2

«Boomerissima»: millennial contro boomer nel nuovo “gioco” di Alessia Marcuzzi su Rai2

«Questa esperienza è un altro punto di partenza ed è un nuovo gradino. È la prima volta che scrivo un programma e che me lo cucio addosso». Da oggi arriverà in prima serata su Rai 2 «Boomerissima», il nuovo programma condotto da Alessia Marcuzzi che metterà per la prima volta a confronto due generazioni: quella dei boomer, ovvero i vip over 40 che, come la conduttrice, hanno amato molto gli anni 80 e 90, e quella dei millennial, le celebrity che hanno invece vissuto prevalentemente l’epoca del nuovo millennio.

«Le due fazioni opposte del divano, anche se poi oggi le nuove generazioni ci hanno riscoperto anche nelle serie televisive, nella musica, nella moda», ha detto la conduttrice nel corso della presentazione negli studi Rai Fabrizio Frizzi, alla presenza del direttore dell’Intrattenimento di prime time Stefano Coletta. Il format, prodotto da Rai in collaborazione con Banijay Italia, segna il grande ritorno in tv di Marcuzzi, che si mette al timone del programma in una veste inedita: oltre che come conduttrice, come ballerina e showgirl. «Ho pensato – ha detto – di voler fare un programma che mi permettesse di non essere solo alla conduzione, ma di diventare una performer a tutto tondo».

I team che si sfideranno nella prima puntata saranno composti da Francesco Facchinetti, Claudia Gerini, Max Giusti e Sabrina Salerno per la squadra dei boomer; mentre Elettra Lamborghini, Valentina Romani, Gianmarco Tamberi e Tommaso Zorzi per i millennial. Tra gli ospiti: Luciana Littizzetto (che «ci ha fatto una grande regalo») e Max Pezzali («che in fondo rappresenta entrambe le generazioni»).

In ogni puntata saranno presenti in studio due squadre, ciascuna composta da quattro celebrity appartenenti alle rispettive annate, che proveranno a conquistare la vittoria finale rispondendo alle più disparate domande di cultura pop. Obiettivo: cercare di superare al meglio tutti i match previsti nel corso della serata, dimostrando che i propri anni sono i più emozionanti e, di conseguenza, i più meritevoli di vittoria.

Diversi i giochi a cui i concorrenti potranno essere sottoposti: da Super Hit, in cui ogni squadra deve dimostrare che la musica dei suoi anni è la più coinvolgente; a Che anno è, in cui si chiede ai giocatori di indovinare l’anno esatto di uscita di un determinato filmato della propria epoca; fino a Tutti cantano Sanremo, dove ogni squadra deve saper dimostrare di interpretare al meglio i brani della sua generazione, e tanti altri. Un percorso che porta poi all’Arringa, il round finale in cui un esponente di ciascuna squadra ha il compito di convincere il pubblico che la sua epoca è la migliore e a votare per il proprio team.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook