Giovedì, 22 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Life Style

Home Life Style Nessuno invecchia su Instagram, per il resto tutto cambia. 10 trend per scatti al top

Nessuno invecchia su Instagram, per il resto tutto cambia. 10 trend per scatti al top

(di Agnese Ferrara) Ad eccezione dell’età che resta ferma alla giovinezza grazie a filtri e ritocchi (e niente occhiaie, per carità), le fotografie più cliccate su Instagram stanno cambiando. Le più condivise dalla massa in costante crescita e che ha raggiunto gli 800 milioni di utenti attivi ogni mese nel mondo, non sono più i selfie scattati con la prolunga o i primi piani dei cibi ‘impiattati’ e pronti per essere divorati. E nemmeno le foto delle candele che fanno atmosfera piacciono più. A livello mondiale gli auto-scatti stanno perdendo l’aria da selfie per assumere le sembianze di fotografie scattate con attrezzature professionali e stampate su carta per effetti vintage. I video? Idem, devono sembrare vecchi e girarti con la cinepresa e visti su Instagram come fossero in cassetta VHS. Perciò la gamma già vasta di App per modificare gli scatti col telefonino aumenta di mese in mese. I filtri più usati nel 2017, secondo le nuove classifiche pubblicate da Instagram, sono Clarendon, Gingham, Juno, Lark e Moon ma, scomparsi bastoni e prolunghe, le più nuove strategie adottate dalle cantanti e dalle top model regine di Instagram per accumulare cuoricini vedono i ritorno di scatti fatti con piccole fotocamere al posto dei telefoni.

I nuovi selfie sono evoluti, e quelli banali basta capovolgerli. I nuovi selfie devono sembrare scatti fotografici con angolazioni strane, prese perfino dal basso nonostante il doppio mento che immancabilmente spunta sul collo di tutti. Niente posa però, piuttosto una mano sul viso, espressioni originali e (quasi) spontanee, capelli arruffati o con il trucco sbavato. La foto è venuta banale? Capovolgetela, attirerete molti più click.

Il selfie del momento brilla. Nuovissima è già la App più ambita e usata dalle celebrities a livello mondiale. Si chiama KiraKira e aggiunge una brillantezza estrema a tutto, dai denti ai capelli alla pelle, agli abiti trasformando una semplice foto in qualcosa di magico, perfino abbastanza buffo ma piace.

Niente occhiaie, oppure evviva le occhiaie. Ritoccare le borse sotto gli occhi è un must su Instagram, da fare segretamente con i filtri che le levano via con un clic. Poi c’è anche chi le mostra e le evidenzia cerchiandole con la grafica a matita ma in generale si tratta di adolescenti che possono scherzarci sù. Per tutti gli altri borse e gonfiori agli occhi non sono contemplate.

Le immagini? Vintage. Che siate giovanissimi o attempati le foto più gradite sono ad effetto ‘nostalgia’. Si fanno sgranando l’immagine (molti i filtri ad effetto grany), rendendola datata e perfino un po’ rovinata dal tempo. Ancora meglio se si fanno brevi video ad effetto VHS anni ’80 con lo scorrimento delle immagini segnate e graffiate. Oppure postare foto in bianco e nero ad effetto anni ’40. Per tutto c’è la apposita applicazione ma le immagini vintage non significano affatto cattiva qualità, tutto è studiato a tavolino. Perciò regolatevi.

Inserite i vostri divi del cinema. Ognuno ha il suo e negli album ce ne sono a bizzeffe. La più postata è Audrey Hepburn, ovviamente. Infilata fra uno scatto a l’altro a lei si ispirano le ragazzine a caccia di like.

Il nudo dei VIP funziona sempre. In slip, boxer, avvolti in un asciugamano, sul bordi di una piscina, purché si veda qualcosa. Il nudo è senza tempo, in particolare hanno successo i fondoschiena di donne famose. Tutte le celebrities, prima o poi, li mostrano. Ritoccati, liftati, senza smagliature? Per ogni difetto c’è un filtro. Mostrato così com’è in natura è, probabilmente, una caduta di stile.

Fenomeno zoom. Non solo il lato B. I primissimi piani, una volta indice di scatti rudimentali, sono diventati il fenomeno del momento. Focus su dettagli, anche buffi e sgradevoli. Ingrandimenti che mostrano solo un occhio, la bocca, una ferita, un livido. Purché il particolare colpisca l’occhio di chi guarda il book fotografico.

Foto emozionanti. In qualsiasi modo sia stata realizzata, originale o strana e senza senso, la fotografia di successo ha un alto impatto emotivo, garantiscono gli analisti Instagram.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook