Giovedì, 12 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Trionfo del Tricolore a 28ma edizione Gran Premio Nuvolari

MANTOVA - Trionfo del Tricolore alla28maedizione del Gran Premio Nuvolari, la gara di regolarità per auto storiche partita venerdì mattina da Mantova e di cui è sponsor per il sesto anno Banca Generali. Al primo posto, sotto alla bandiera a scacchi al traguardo di piazza Sordello, si è infatti classificata la splendida berlina Fiat 508C del 1939 numero 81 dell'equipaggio Giovanni Moceri e Daniele Bonetti del Loro Piana Classic Team. La coppia è stata sempre in testa alla gara e ha dimostrato grande abilità e lucidità in tutte le prove speciali. Ha tagliato il traguardo in seconda posizione l'Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato del 1929 numero 29 guidata magistralmente dalla coppia bresciana Andrea Vesco e vincitori di ben 7 edizioni del Gran Premio Nuvolari e autori di una formidabile rimonta nelle ultime prove, che però non è bastata per aggiudicarsi il titolo.

Al terzo posto un'altra Fiat 508C, in questo caso del 1938, quella con il numero 79 condotta in gara da Di Pietra - Di Pietra (padre e figlio) che hanno tallonato i vincitori per quasi tutta la corsa. Dei 300 equipaggi partiti per affrontare i 1.070 km di percorso, ben 237 hanno tagliato il traguardodopo aver attraversato città di straordinaria bellezza come Siena, Arezzo, Città di Castello, Urbino e Ferrara.

''Siamo davvero soddisfatti di aver centrato la vittoria - ha detto al termine della gara Giovanni Moceri - perché era da anni che ci provavamo e proprio per questo siamo molto emozionati. Coroniamo così una stagione già positiva con il secondo posto alla Mille Miglia. Il Gran Premio Nuvolari rappresenta nel panorama automobilistico della regolarità la manifestazione più tecnica, più difficile, con prove mai banali, e con il maggior numero di partecipanti da tutto il mondo''. E il suo cronometrista Daniele Bonetti ha aggiunto: ''Il Gran Premio Nuvolari è lagara dell'anno, la più impegnativa tecnicamente per chi pratica questa disciplina e ogni volta Mantova Corse riesce a renderla sempre più complessa e insidiosa''.

Soddisfatto della gara anche Sergio Solero - presidente e AD di BMW Italia, a bordo di una Bmw 3.0 CSL del 1972: ''è stato fantastico girare nelle piazze e lungo le strade più belle d'Italia, baciati dal bel tempo e da un'atmosfera magica. Ci siamo divertiti molto e abbiamo affrontato la corsa con unospirito rock'', alludendo con questo alla presenza al suo fianco del bassista, compositore e produttore discografico Saturnino Celani. Hanno sfilato sulla passerella di piazza Sordello anche i bolidi della Coppa Nuvolari - Maserati Tribute, l'appendice del Gran Premio nella quale si sono confrontate 10 Maserati costruite tra 1973 e 2018. Si è aggiudicato la vittoria l'equipaggio 401 di Foroni - Mozzarelli con una Ghibli Cup (il modello stradale derivato dalle auto della Open Cup) del 1996; al secondo posto l'equipaggio402 di Costa - Zaninelli con una GT4700 del 2009; al terzo la coppia diNoletta - Giorgi con un Levante Gran Sport SQ4 del 2018 in gara col numero 408.

La 28ma edizione ha confermato il valore della formula del Gran Premio Nuvolari, organizzato da Mantova Corse in collaborazione con ACI Mantova e Museo Tazio Nuvolari e patrocinato da Automobile Club Italia e ACI Storico. Di rilievo il contribuito del main partner Maserati, presente a Mantova con la leggendaria 6C 34 del 1934 del grande Tazio che per i tre giorni di gara è rimasta esposta in piazza Sordello. Una sicurezza per puntualità e presenza, la casa svizzera Eberhard & Co, da sempre Official Timekeeper della manifestazione, che premia i vincitori con due esemplari delle loro collezioni, per l'edizione 2018 due cronografi Tazio Nuvolari Data. Fondamentale anche il contributo di Banca Generali, banca private leader in Italia nella pianificazione finanziaria e nella tutela patrimoniale dei clienti.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook