Domenica, 17 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Trasporto merci senza emissioni, senza stress, senza rischi

Motori
© ANSA

(ANSA) - HANNOVER, 19 SET - In un futuro già molto vicino il trasporto merci sarà senza senza emissioni, senza incidenti e senza stress per gli autisti e gli altri utenti della strada. E' quanto ha ribadito Bosch oggi al Salone IAA Commercial Vehiclesdi Hannover, nel presentare le sue ultime novità in questo vasto ambito. Le soluzioni proposte abbracciano infatti situazioni molto diverse tra loro, come le consegne dell'ultimo miglio in città e i trasporti su lunga distanza con Tir. Bosch, fornitore leader di tecnologia e servizi, ha sfruttato tutta la sua diversificata esperienza per raggiungere gli obiettivi comuni in tutti questi ambiti, che possono essere sintetizzati in una visione del mondo in cui spostare su strada materie prime, prodotti e merci d'ogni genere - un settore in costante crescita - non impatterà sulla qualità della vite e, anzi, potrà migliorarla. Le proposte di Bosch riguardano i servizi connessi (semplificano la vita agli autotrasportatori e ai professionisti della logistica), i sistemi di assistenza alla guida che incrementano la sicurezza nelle strade e i nuovi sistemi di propulsione migliorano l'efficienza dei mezzi da trasporto di ogni taglia. Sfruttando una piattaforma connessa per i servizi basati sul Cloud, Bosch propone una nuova piattaforma per mantenere connessi i veicoli commerciali durante tutta la loro vita utile, offrendo la base tecnologica per i servizi basati su cloud quali la diagnostica predittiva e gli aggiornamenti software over-the-air. La piattaforma prevede due componenti principali: il modulo software di base che rappresenta l'interfaccia di comunicazione protetta tra il veicolo, il cloud e i servizi, e il modulo di gestione dati che consente alle case costruttrici dei veicoli commerciali o ai gestori di flotte di gestire i dati dei veicoli, analizzarli e mantenere il software costantemente aggiornato. Tra le nuove opportunità offerte dalla tecnologia c'è anche la diagnostica predittiva per ridurre o eliminare i tempi di fermo del veicolo.

La diagnostica predittiva di Bosch registra e valuta lo stato dei sistemi e dei componenti del veicolo costantemente, documentandolo sul Cloud. Grazie a questi dati si riesce spesso a prevedere i guasti intervenendo per tempo. Questo si traduce in una riduzione dei costi di manutenzione e assistenza per i veicoli commerciali, aumentandone l'operatività complessiva.

Altra innovazione dalle importanti ricadute è l' Electronic Horizon, un servizio che si basa su mappe ad alta definizione della strada da percorrere, e che ora viene implementato.

Disponibile già da diversi anni, sarà ulteriormente potenziato per determinare se le informazioni archiviate nelle mappe corrispondono alle effettive condizioni su strada. Presentato allo IAA Hannover anche Il Transport Data Logger che introduce la totale trasparenza nella catena di distribuzione delle merci.

Sensori integrati monitorano il trasporto di merci sensibili e misurano temperatura, umidità, inclinazioni ed eventi di urto durante il trasporto. I valori registrati sono visualizzati su un'App per smartphone o tablet e archiviati. Se vengono superati determinati valori viene attivato un allarme per consentire un pronto intervento. prontamente. Il Central Gateway di Bosch controlla invece lo scambio dati tra le centraline del veicolo e il mondo esterno attraverso tutti i sistemi bus, diventando così l'hub di comunicazione centrale dei veicoli commerciali connessi. Debuttano nei mezzi per il trasporto delle merci e delle persone anche gli specchietti laterali digitali con telecamera. Il sistema è stato sviluppato da Bosch e Mekra Lang ed entrerà in produzione nel 2019. Sostituendo i grandi specchietti all'esterno della cabina permetterà di ridurre la resistenza aerodinamica e abbassare i consumi di carburante di ben il 2%. Di grande importanza anche i sistemi di assistenza alla guida, continuamente migliorati e aggiornati nell'ambito dei veicoli commerciali e da trasporto. E' il caso dell'avviso di svolta, per proteggere pedoni, ciclisti e motociclisti, ma anche del riconoscimento punto cieco che si avvale di sensori radar per monitorare le aree attorno al veicolo. Decisivo per la sicurezza il sistema di frenata predittiva, che è obbligatorio nell'UE dall'autunno del 2015 per tutti gli autocarri con un peso a pieno carico di oltre 8 tonnellate e che ora è stato ulteriormente perfezionato. (ANSA)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook