Mercoledì, 13 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Arriverà nel 2019 nuovo Ford Transit Custom ibrido plug-in

ROMA - Ford entra con un modello che avrà un sicuro successo nel particolare mercato dei veicoli commerciali a basso impatto ambientale. In occasione del Salone IAA di Hannover, ha infatti presentato la versione definitiva del Transit Custom plug-in hybrid (PHEV) che - grazie al sistema ibrido avanzato di cui è equipaggiato - può garantire un'autonomia in modalità 100% elettrica fino a 50 chilometri e altri 500 km sfruttando il funzionamento del motore a benzina EcoBoost 1.0. Ford è il primo produttore di volume ad offrire la tecnologia PHEV nel segmento dei veicoli commerciali, con un modello che entrerà in produzione dalla seconda metà del 2019. ''Il Transit Custom plug-in hybrid PHEV riscrive le regole per il mondo dei veicoli commerciali da 1 tonnellata di portata - ha detto Ian Porter, chief programme engineer Transit Custom di Ford Europe - si tratta di un performer versatile e capace di viaggiare con emissioni zero. Il Transit Custom plug-in hybrid PHEV non obbliga l'utente a compromessi, offre la stessa capacità di carico di un veicolo commerciale diesel e la libertà di effettuare viaggi sulle lunghe distanze senza la necessità di fermarsi per la ricarica''.

Il Transit Custom PHEV offre agli operatori un notevole risparmio di carburante, efficienza energetica e flessibilità.

L'avanzato powertrain ibrido-elettrico è perfettamente adatto per coloro che operano nell'area delle consegne multi-stop ma anche per i trasportatori che compiono viaggi più lunghi. Le ruote anteriori sono azionate esclusivamente da un gruppo elettrico e la potenza è fornita da un pacco batterie agli ioni di litio raffreddato a liquido da 14 kWh collocato sotto il pianale di carico. Il motore EcoBoost 1.0, a basso consumo di carburante, ricarica le batterie quando richiesto. Il guidatore può scegliere come utilizzare al meglio la carica delle batterie attraverso tre modalità: EV Auto che è l'impostazione predefinita e determina autonomamente come utilizzare le fonti di energia; EV Now utilizza solo energia elettrica fino ad esaurimento della carica; EV Later che fa in modo che il sistema mantenga il livello corrente di carica della batteria. Grazie alla presa di carica situata all'interno del paraurti anteriore, la batteria del Transit Custom PHEV può essere ricaricata con un alimentatore domestico da 240 Volt e 10 A, che permette di ottenere una carica completa in cinque ore, oppure con un alimentatore industriale da 240 Volt a 16 o 32 A che raggiunge la ricarica completa in tre ore.

Ad Hannover Ford ha annunciato anche importanti aggiornamenti per le motorizzazioni della gamma Transit Custom, tra cui l'introduzione di un motore EcoBlue 2.0 potenziato con una versione da 185 Cv, un innovativo propulsore diesel mild hybrid, novità assoluta nel segmento e nuove features dedicate alla connettività e all'assistenza alla guida.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook