Martedì, 10 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Smart EQ fortwo esce dai confini urbani, stop ansia ricarica

ROMA - Smart esce dai confini urbani e si cimenta in un viaggio tra le colline senesi, lungo un percorso di circa 300 km, tutto rigorosamente a zero emissioni.

L'iniziativa, organizzata d'accordo con il partner Enel X, ha preso il nome di 'green power run', una lunga 'passeggiata' lungo le strade della Toscana, con sosta presso alcuni dei principali impianti di Enel Green Power.

Tutto senza stress da ricarica: a bordo sale per la prima volta un nuovo caricatore da 22 kW, in grado di ricaricare la batteria in meno di un'ora.

"Poter ricaricare completamente la nostra Smart in meno di un'ora grazie al nuovo caricatore di bordo, potendo contare su una rete sempre accessibile e ben distribuita sul territorio, ci permette di vivere a pieno i valori della mobilità a zero emissioni, anche fuori dai confini della città - afferma Maurizio Zaccaria, smart & innovative sales Senior Manager Italia - Questa nuova iniziativa, realizzata insieme ad Enel X, sottolinea ancora una volta l'importanza di fare sistema, integrando prodotto e servizi con l'obiettivo di realizzare un modello vincente per la mobilità sostenibile".

La nuova Smart EQ fortwo assicura un'autonomia di 160 km ed una ricarica rapina in meno di un'ora, il tempo impiegato per una pausa per il pranzo. Grazie al motore elettrico da 60 kW (82 CV) la smart elettrica sviluppa subito una coppia di ben 160 Nm e raggiunge una velocità massima di 130 km/h, limitata elettronicamente a vantaggio dell'autonomia.

La batteria ha una capacità di 17,6 kWh ed è collocata sotto il pianale della vettura tra i due assi, in posizione poco ingombrante, sicura e vantaggiosa per il baricentro del veicolo.

L'accumulatore è composto da 96 celle piatte la cui chimica è stata migliorata rispetto alla versione precedente. La batteria è garantita per otto anni o 100.000 chilometri.

Tutte le Smart a trazione elettrica dispongono, di serie, di un caricabatterie di bordo da 4,6 kW, che permette di ricaricare una batteria scarica in meno di 3,5 ore alla wallbox e in meno di sei ore alla presa elettrica domestica (in entrambi i casi portando il livello di carica dal 10 all'80%). L'app 'smart control' consente di monitorare la ricarica da remoto e attivare molte funzioni, come la ricarica intelligente.

Per velocizzare le operazioni di ricarica è oggi disponibile a richiesta anche il caricabatterie rapido da 22 kW, che permette di ricaricare smart EQ fortwo (consumo di corrente con caricabatterie di bordo da 22 kW e funzione di ricarica rapida nel ciclo combinato: 14,5-13,9 kWh/100 km; emissioni di CO2 ciclo combinato: 0 g/km) in tempi nettamente più brevi, ossia in meno di 40 minuti (10-80%) ove possibile una modalità di ricarica trifase. Dal canto suo, Enel si è impegnata in un piano quinquennale di installazioni di infrastrutture di ricarica nel nostro paese: 14.000 colonnine entro il 2022 per un investimento complessivo fino a 300 milioni di euro. Il piano Enel prevede una copertura capillare in tutte le regioni italiane attraverso l'installazione di stazioni di ricarica a 22kW (quick), stazioni a 50kW (fast), stazioni fino a 350kW (ultrafast).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook