Martedì, 11 Dicembre 2018

Aston Martin avvia elettrificazioni degli esemplari storici

L'Aston Martin ha messo a punto un modulo 'powertrain' per la trasformazione delle proprie vetture storiche in modernissime auto elettriche, così da poterle fare utilizzare tutti i giorni ai propri clienti, senza limitazioni di sorta legate ai blocchi del traffico o a restrizioni sulla circolazione dovute alle emissioni di gas di scarico. La soluzione, messa a punto dai tecnici di Gaydon, è di tipo "reversibile" e permette, quindi, in un secondo tempo di riportare allo stato originale il veicolo (alimentabile cioé a benzina). Sviluppato dal reparto Aston Martin Works di Newport Pagnell, utilizzando parte della componentistica adottata per la realizzazione dell'elettrica Rapide E, il modulo "cassette" è già stato innestato con successo su una DB6 MkII Volante del 1970. Posizionato sull'area motore e cambio, il sistema di alimentazione elettrica viene montato senza la necessità di apportare modifiche strutturali alla vettura. La sua presenza a bordo è evidenziata solo dall'aggiunta alla strumentazione di un piccolo pannello di controllo, che può essere posizionato in maniera da non essere notato.

Il tipo di soluzione "non invasiva" adottata dai tecnici della Aston Martin Lagonda garantisce, appunto, la piena reversibilità dell'operazione di trasformazione, a tutto vantaggio, del valore collezionistico dell'auto che non viene intaccato dall'operazione.

Sul progetto, Paul Spires, presidente di Aston Martin Works chiarisce: "Volevamo trovare una soluzione che potesse proteggere a lungo il divertimento di guida e di possesso delle nostre vetture storiche da parte dei nostri clienti. Guidare una Aston Martin classica alimentata da un motore elettrico è un'esperienza unica che sarà sicuramente attrattiva nei confronti di numerosi automobilisti, soprattutto di quelli che vivono nei centri delle grandi città. Puntiamo anche a espandere verso un'altra dimensione il collezionismo di auto, includendovi le vetture storiche convertite in elettriche".

In merito a quest'innovazione, che sarà disponibile sul mercato nel corso del 2019, Andy Palmer, presidente di Aston Martin Lagonda e Ceo del gruppo, ha detto: "Siamo consci che nei prossimi anni aumenteranno le pressioni di tipo sociale e ambientale per la limitazione dell'utilizzo su strada delle vetture classiche. Penso che questo progetto non solo renda unica Aston martin ma anche la ponga come leader in questo settore".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X