Sabato, 23 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Audi A1 Citycarver: dinamica, innovativa e sempre grintosa

Amburgo, con Monaco, Colonia, Düsseldorf e Stoccarda, è una delle città tedesche più creative e più fertili per la nascita delle start-up e dell'imprenditoria 'giovane'. Più che giustificata, dunque, la scelta di Audi che per il primo contatto su strada sulla inedita A1 Citycarver ha predisposto un itinerario misto - urbano ed extra urbano - nell'area di Amburgo, con tappe in quattro start-up (Studio Longoboard, Suirrel, Fogelkaiser e Future Candy) indicative della 'rivoluzione' che sta caratterizzando modi di lavorare, forniture di servizi e mobilità. Al volante della versione più eclettica della gamma A1 - quella d'ingresso al mondo dei Quattro Anelli - abbiamo avuto modo di apprezzare la funzionalità dei sistemi di infotainment e di navigazione, che si basano su soluzione progettate per le Audi di fascia più alta e sulla e-Sim per connessioni costanti al web.

A1 Citycarver è un modello 'nativo digitale' e lo ribadisce con dotazioni di serie come la strumentazione da 10,25 pollici priva d'indicatori analogici e la radio MMI plus con schermo touch da 8,8 pollici, e soprattutto al top della gamma, l'Audi Virtual Cockpit con navigatore MMI Plus dotato di schermo touch ad alta risoluzione da 10,1 pollici. I comandi vocali - a cui si aggiungono le funzioni di Google Alexa - aiutano nella gestione del tragitto che si avvale, in tempo reale, dei server del fornitore di mappe e dei servizi di navigazione HERE con le informazioni sulle condizioni del traffico.

Ma nuova Audi A1 Citycarver non è solo una perfetta 'assistente' digitale per muoversi velocemente e in tutta sicurezza in ambito urbano e fuori città. Lunga 4,05 metri ed è basata sul medesimo pianale della compatta A1 Sportback, A1 Citycarver evidenzia una 'grinta' che ne fa il modello ideale per affrontare - con la sua versatilità e la sua robustezza - qualsiasi itinerario e qualsiasi ambito: sul pavé, nelle zone centrali con limitazione a 30 km/h, nei parcheggi e nei centri storici. Ma anche sulle veloci autostrade tedesche (A1 Citycarver 30 TFSI 6 Cv scatta da 0 a 100 km/h in 9,5 secondi e raggiunge i 198 km/h), sule strade di campagna e su facili sterrati.

Il look grintoso di 1 Citycarver deriva non solo dall'assetto rialzato di 5 centimetri - caratteristica che favorisce l'accessibilità e la posizione di guida dominante - che è effetto delle sospensioni con escursione maggiorata di 35 mm e pneumatici con spalla più generosa, ma anche dai marcati accenni 'fuoristrada' che ricordano il mondo delle Audi Allroad.

La mascherina single frame ottagonale, priva di cornice, s'ispira ai modelli della gamma Q ed è caratterizzata da un nido d'ape tridimensionale con finitura nera. Due marcate scanalature alla base del cofano differenziano A1 Citycarver dalla Sportback. Specifiche anche le protezioni sottoscocca con finitura argento assieme alle cornici dei passaruota, alle minigonne e al paraurti posteriore, che ben si accorda con lo spoiler in design S.

Sulle strade dissestate della perferia di Amburgo, e soprattutto sul pavé, questa versione della gamma A1 ha dimostrato di poter offrire - grazie alla taratura specifica di molle e ammortizzatori - un confort degno di modelli di categoria superiore, assecondando anche uno stile di guida 'dinamico'. Confort che viene ulteriormente rafforzato qualora si opti per il pack Assetto Regolabile (non disponibile per la versione 95 Cv) e che include freni con pinze rosse, gestione della dinamica di marcia Audi Drive Select, sound actuator e ammortizzatori regolabili. A1 Citycarver si distingue anche per l'abitabilità generosa e un bagagliaio da 335 litri che può arrivare a 1.090 litri abbattendo i sedili posteriori. Oltre che con il 3 cilindri 1.9 TFSI da 116 Cv e 200 Nm di coppia - oggetto della nostra prova - al lancio nuova A1 Citycarver è proposta anche con una taratura da 95 Cv e 175 Nm di questo stesso motore. In particolare la variante più potente 30 TFSI è disponibile sia con trasmissione manuale a 6 marce sia con il cambio a doppia frizione S Tronic a 7 rapporti.

Successivamente arriverà il quattro cilindri per la versione 35 TFSI, un motore da 150 Cv e 250 Nm dotato di tecnologia COD (cylinder on demand). Audi A1 Citycarver debutta negli allestimenti Base e Admired con prezzi che partono da 23.950 euro. Al lancio, Audi propone anche l'esclusivo pacchetto Edition One (costo 6.800 euro), che prevede le tinte grigio zinco e arancio pulse, le ruote da 18 pollici, la finitura nera per le cornici delle prese d'aria, la griglia, gli anelli Audi e le scritte posteriori sono in nero. I gruppi ottici sono bruniti e si accompagnano al tetto e alle calotte dei retrovisori laterali in tinta a contrasto.

L'equipaggiamento interno corrisponde al Pack S line, arricchito da finiture in arancio o grigio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook