Giovedì, 05 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Mazda MX-30, suv elettrico che prova a innovare il settore

Forte della sua grande competenza tecnologica e dei suoi proficui rapporti con il mondo della ricerca e delle università giapponesi, Mazda prova a stupire anche questa volta - dopo i tanti brevetti della famiglia Skyactive - con il suv MX-30, la sua prima auto completamente elettrica, programmata per essere venduta nella seconda metà del 2020.

La prima scelta controcorrente di Mazda per questo modello è stata quella di programmare un'autonomia di soli 200 chilometri tramite una batteria a ioni di litio da 35,5 kWh. L'aspetto positivo di questa strategia è stata quella di limitare il volume e il peso dei materiali utilizzati per fabbricare la batteria, con un minore impatto ambientale rispetto alla concorrenza focalizzata nella corsa ai kWh e alle autonomie record.

Per coloro che ritenessero insufficienti - e soprattutto troppo ansiogeni - questi 200 km Mazda proporrà per MX-30 un range extender - costituito da un piccolo motore rotativo - come opzione. Per andare ulteriormente 'fuori dal seminato' il nuovo suv elettrico sarà dotato di connettore Combo CCS, per consentire la ricarica rapida attraverso la rete Ionity. Mazda MX-30 è anche predisposta per la ricarica con corrente alternata, e la sua unità di bordo da 7 kW permetterà il pieno di di energia in circa 4 ore e mezzo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook