Giovedì, 22 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Toyota presenta la sua visione della mobilità del futuro al Giffoni

Toyota presenta la sua visione della mobilità del futuro al Giffoni

ROMA (ITALPRESS) - Toyota per il secondo anno partecipa in qualità di partner alla 50esima edizione del Giffoni Film Festival mettendo a disposizione una flotta di 14 vetture Full Hybrid Electric: RAV4, C-HR e Corolla TS. In previsione del lancio di settembre era presente in versione statica anche la Nuova Yaris. "La partnership con Giffoni è ispirata al comune desiderio di migliorare la società nella quale viviamo, rendendola più sostenibile e inclusiva - dichiara Mauro Caruccio, Amministratore Delegato di Toyota Motor Italia - La presenza di Toyota al Giffoni Film Festival vuole veicolare attraverso i giovani un messaggio di ottimismo e dimostrare che nulla è impossibile da realizzare se davvero lo vogliamo". Caruccio ha presentato la Masterclass dedicata a Toyota. Nelle due ore passate con i Giffoners, ha parlato di innovazione: "Affrontiamo le impegnative sfide della mobilità del futuro con grande determinazione" ha detto Caruccio. "Per Toyota alle forze del cambiamento, rappresentate dall'acronimo CASE, si aggiunge il fattore umano, a conferma dell'importanza della centralità dell'uomo rispetto alla tecnologia". Tecnologia che deve rappresentare un fattore abilitante, funzionale per amplificare le potenzialità umane e migliorare la qualità del lavoro dell'uomo, mai utilizzata per sostituirlo.
La visione del Gruppo Toyota è quella di poter contribuire, attraverso lo sviluppo tecnologico, i propri prodotti e servizi, alla creazione di una società centrata attorno all'individuo, dove ognuno possa essere libero di muoversi. Perchè il movimento, la possibilità di spostarsi, di interagire e stabilire relazioni sociali è l'espressione più nobile della libertà. Questo fa parte del processo di trasformazione del Gruppo Toyota da costruttore di automobili a "mobility company". Ed è proprio con questa visione che il prossimo anno inizierà la costruzione della 'Toyota Woven City', la città del futuro che sta prendendo forma e che rappresenterà un ecosistema completamente connesso in cui scienziati, ricercatori e gente comune potranno vivere, sviluppare e testare le nuove tecnologie, e che sarà alimentato da celle a combustibile a idrogeno.
La storia di Toyota è una storia di movimento inarrestabile, la storia di un'azienda che ha rivoluzionato negli anni il concetto di mobilità, a favore di soluzioni sempre più sostenibili, proprio grazie alla determinazione nel perseguire obiettivi considerati 'impossibilì. Ma Toyota non è l'unica a dimostrare come grazie alla forza di volontà, tenendo sempre presenti i propri sogni ed obiettivi, nulla è impossibile.
A testimoniarlo sono stati quattro ospiti d'eccezione, gli 'Unbreakablè, persone fuori dal comune, unite dal fatto di aver affrontato sfide difficilissime e averle superate con successo: due degli atleti del Toyota Team, Vanessa Ferrari, la ginnasta italiana, e Andrea Pusateri, ciclista paralimpico; Marco Dolfin, chirurgo ortopedico - vittima di un gravissimo incidente, non si è arreso di fronte alle difficoltà della vita e ha avuto la forza di ricominciare aggiudicandosi il 4° posto nel nuoto stile rana alle Paralimpiadi di Rio nel 2016 - e Mattia Barbarossa, giovane imprenditore che ha saputo trarre profitto dalla sua passione per lo spazio, creando il primo esemplare di satellite per il trasporto di carichi fino alla Luna.
(ITALPRESS).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook