Giovedì, 22 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Motori

Home Motori Ford sviluppa guida autonoma per semplificare il parcheggio

Ford sviluppa guida autonoma per semplificare il parcheggio

ROMA (ITALPRESS) - A molte persone piace guidare... finchè non arriva il momento di parcheggiare. Di conseguenza, perchè non lasciare che se ne occupi direttamente il veicolo stesso? Ford, Bedrock e Bosch stanno lanciando un progetto sperimentale utilizzando prototipi su base Ford Escape che possono guidare e parcheggiare in modo autonomo all'interno dell'Assembly Garage di Bedrock a Detroit, utilizzando l'infrastruttura intelligente Bosch. Si tratta della prima soluzione per il parcheggio autonomo negli Stati Uniti, grazie alla quale il veicolo si parcheggia da solo all'interno dell'area attrezzata. La ricerca si svolgerà nel quartiere di Corktown, in cui si trova il nuovo distretto di innovazione della mobilità di Ford, adibito a sviluppare, testare e lanciare nuove soluzioni in grado risolvere le sfide del trasporto urbano, preparandosi a un mondo sempre più connesso e autonomo.
Il progetto sperimentale sarà condotto al piano terra dell'Assembly Garage di Bedrock, sede della riqualificazione residenziale nel quartiere di Corktown.
L'approccio è in linea con la visione di Bedrock di combinare aree storiche con la più recente tecnologia in materia di parcheggio e mobilità - come l'attuale installazione del primo parcheggio autonomo del Midwest, che ritira i veicoli nel piano interrato del Free Press Building utilizzando pianali di carico a livello stradale per poi posizionarli all'interno della struttura. I veicoli connessi Ford operano in modo altamente autonomo attraverso la comunicazione vehicle-to-infrastructure (V2I) grazie all'infrastruttura di parcheggio intelligente di Bosch. I sensori dell'infrastruttura riconoscono e localizzano il veicolo, in modo da guidare la sua manovra di parcheggio, inclusa la capacità di evitare i pedoni e gli altri ostacoli.
Se l'infrastruttura rileva qualcosa durante la marcia del veicolo, può fermarlo immediatamente. Una volta giunto nel parcheggio, il guidatore lascerà il veicolo in un'area designata e, tramite un'app per smartphone, autorizzerà la successiva fase di parcheggio autonomo. Inoltre, i guidatori potranno utilizzare l'app anche per richiedere la riconsegna del veicolo nell'apposita area di ritiro, accelerando così i tempi di consegna ed evitando di dover trovare il veicolo al ritorno in garage.
(ITALPRESS).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook