Sabato, 19 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo

Ematologo Cardillo nuovo D.g del Centro nazionale Trapianti

Salute e Benessere
Ematologo Cardillo nuovo Dg del Centro nazionale Trapianti (fonte: sito Policlinico Milano)
© ANSA

(ANSA) - Il ministro della Salute Giulia Grillo ha nominato l'ematologo Massimo Cardillo nuovo direttore generale del Centro Nazionale Trapianti (Cnt). L'incarico avrà durata quinquennale a decorrere dall'11 marzo 2019.

    "Voglio fare i migliori auguri al neodirettore - dichiara il ministro Grillo - perché prende le redini di un'istituzione modello in Europa e nel mondo. Il Cnt è diventato un punto di riferimento imprescindibile per le politiche trapiantologiche internazionali e per i pazienti e sono certa che l'autorevolezza e la lunga esperienza di Cardillo porteranno valore aggiunto all'intero sistema. Ringrazio il direttore uscente Alessandro Nanni Costa per aver dato con il suo instancabile lavoro un'impronta decisiva al sistema dei trapianti nel nostro Paese".

    Dal canto suo Cardillo ha ringraziato il ministro: "Per la fiducia che ha voluto accordarmi nominandomi alla direzione del Centro nazionale trapianti: è una scelta che mi onora e che accolgo con grande senso di responsabilità". "L'impegno - ha aggiunto - è quello di continuare a far crescere tutto il sistema. Dobbiamo consolidare l'attività di donazione e trapianto in tutte le regioni italiane, valorizzando le migliaia di persone che lavorano quotidianamente nella Rete e mettendole in condizione di esprimere al meglio la loro grande professionalità". E ancora: "Un aspetto irrinunciabile sarà la promozione di iniziative rivolte ai cittadini per rafforzare la cultura della donazione, ridurre il tasso di opposizioni e radicare la consapevolezza che il trapianto permette ai pazienti in lista d'attesa di tornare ad una vita piena".

   Cardillo è nato a Gaeta nel 1960. Dal 1992 si occupa dell'organizzazione e del coordinamento operativo e della valutazione di compatibilità immunologica donatore-ricevente ed assegnazione degli organi nell'ambito del programma di prelievo e trapianto del Nord Italia Transplant (NITp), la prima organizzazione di trapianto in Italia. Ha partecipato al coordinamento operativo ed alla valutazione di idoneità di circa 2 mila donatori di organi ed all'assegnazione di 6 mila organi per trapianto. Fino ad oggi è stato presidente del NITp e direttore dell'Unità operativa complessa di coordinamento trapianti e del Laboratorio di immunologia dei trapianti della Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano.(ANSA).
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook