Martedì, 26 Marzo 2019
stampa
Dimensione testo

Fedriga in ospedale per varicella, "non sono no vax ma no alle imposizioni"

Salute e Benessere
Fedriga in ospedale per varicella, "non sono no vax ma no alle imposizioni"
© ANSA

"Sto leggendo una serie di commenti su Twitter di fenomeni festeggianti perché sono stato ricoverato affermando che sarei un Novax. Questa setta di invasati che seguono Burioni non hanno nemmeno letto le mie interviste dove dico che sono a favore dei vaccini e per raggiungere il risultato è necessaria un'alleanza con le famiglie non l'imposizione". Lo scrive su Facebook il presidente del Fvg, Massimiliano Fedriga, dopo essere stato bersaglio di una serie di commenti - alcuni dei quali anche offensivi - sui social in merito alla notizia del suo ricovero in ospedale per avere contratto la varicella. "Hanno perfino detto che avrei preso la varicella dai miei figli - prosegue - non sapendo nemmeno che i miei figli sono vaccinati, come ho dichiarato in più interviste".

La posizione contro il decreto Lorenzin. In passato Fedriga non è mai stato tenero nei confronti del decreto dell'ex ministro della Salute. "Ho sempre avuto una concezione di Stato liberale in cui non
si impone con metodi coercitivi ai cittadini ma si condivide con loro un percorso che è fondamentale. Questo è esplicitato dal fatto che con il decreto Lorenzin i bambini fino a 6 anni non potevano accedere al percorso formativo, dai sei anni in poi potevano farlo, si creava una differenziazione senza senso,  oltretutto non risolvendo il problema dei bambini immunodepressi che venivano tutelati fino ai 6 anni e poi non più - ha argomentato l'estate scorsa -Credo che o si crea questa alleanza con le famiglie, si condivide e si fa una scelta insieme, altrimenti il problema non lo si affronta seriamente ma si fa semplicemente propaganda".

L'annuncio da parte di Burioni. "Se non siete certissimi di avere avuto la varicella da bambini, io vi consiglio di vaccinarvi. Non per proteggere gli altri, ma perché - ve lo garantisco - la varicella è una malattia molto contagiosa e prenderla da adulti è davvero qualcosa di molto, molto, molto spiacevole". E' l'appello che il virologo Roberto Burioni lancia attraverso il sito Medical Facts - rivolgendosi "questa volta" direttamente agli adulti - prendendo spunto dal caso del presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga "ricoverato in ospedale a causa della varicella". La notizia che il governatore del Fvg fosse in terapia per aver contratto la varicella era già circolata nei giorni scorsi.

Oggi l'intervento di Burioni, secondo il quale questa notizia "ripropone il tema delle vaccinazioni in età adulta, importantissime per evitare spiacevoli complicazioni e a volte quasi indispensabili per le donne che vogliono iniziare una gravidanza". In caso di contagio da varicella, aggiunge, "nel migliore dei casi passate quindici giorni a grattarvi come pazzi, nel peggiore possono accadere tanti guai, che non sto a elencare, ma che potete evitare con una semplice, sicura ed efficace vaccinazione. Se poi oltre a essere adulti siete donne in età fertile, ricordate che contrarre la varicella mentre si aspetta un bambino non è un guaio: è una tragedia". "Poi - conclude - vedete voi. Negli ospedali non mancano mai pazienti ricoverati, perché non si sono vaccinati e che stanno soffrendo pene dell'inferno a causa di una varicella: vedete voi se volete essere uno di questi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook