Venerdì, 06 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LO STUDIO

Tumore, scoperto un gene che rende le cure meno efficaci

Scoperto un interruttore genetico che rende meno efficaci le cure dei tumori, spegnendolo si potranno rendere le immunoterapie efficaci su molti più pazienti. La scoperta si deve a scienziati del Fred Hutchinson Cancer Research Center ed è stata resa pubblicata sulla rivista Developmental Cell.

Si tratta di un gene - chiamato DUX4 - che di fatto agisce nascondendo il tumore alle terapie: quando è acceso nelle cellule tumorali, queste non vengono riconosciute e attaccate dai farmaci immunoterapici che oggi rappresentano una delle frontiere più promettenti nella lotta al cancro ma che, per motivi sconosciuti, non funzionano bene in tutti i pazienti.

La scoperta è stata ottenuta dall'analisi di 10 mila tumori di 33 tipi diversi. DUX4 è normalmente espresso durante lo sviluppo embrionale quando le cellule dell'embrione hanno bisogno di essere schermate dal sistema immunitario materno.

Questo studio dimostra che DUX4 si riaccende in molti tumori per sviare le difese immunitarie e impedire loro di combattere il male. Gli esperti sperano che questa scoperta porti allo sviluppo di terapie mirate anti-DUX4 per estendere l'efficacia dell'immunoterapia su molti più pazienti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook