Mercoledì, 13 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Si vota online per la scoperta scientifica del 2017

Scienza Tecnica
Rappresentazione artistica della missione Cassini (fonte: Nasa/Jpl)
© ANSA

Marcia di avvicinamento alle classifiche delle scoperte dell'anno con la rivista Science, che propone di votare online l'avvenimento scientifico del 2017 a partire da una rosa di 12 proposte. Tra queste l'addio della sonda Cassini, i progressi della terapia genica e quelli dell'intelligenza artificiale. Il voto è aperto a tutti fino al 3 dicembre, mentre il risultato sarà reso noto il 21 dicembre.

Ad aprire la rosa di proposte ci sono i progressi delle tecniche per riscrivere le singole lettere del Dna, che per la prima volta hanno permesso di vedere nel dettaglio le primissime fasi della formazione di un embrione umano, insieme alla scoperta che ha riscritto le origini dell'uomo moderno, quella dei fossili più antichi dell'Homo sapiens che risalgono a 300.000 anni fa. Non poteva mancare il segnale delle onde gravitazionali generate dalla fusione di due stelle di neutroni, ascoltato sia dai rivelatori Ligo e Virgo, sia dai telescopi da Terra e spaziali: è stato il primo esempio della nuova astronomia.

C'è davvero l'imbarazzo della scelta perché il 2017 è stato anche l'anno dell'addio della sonda Cassini, la missione congiunta tra Nasa, Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Italiana (Asi) che dopo 13 anni di successi si è conclusa con un tuffo della sonda nell'atmosfera di Saturno. Nella rosa delle proposte anche i passi in avanti della terapia genica per curare l'atrofia muscolare spinale che paralizza gradualmente i bambini, il farmaco anticancro approvato negli Stati Uniti e progettato per correggere un difetto genetico, i progressi dell'intelligenza artificiale, che ha battuto l'uomo nella variante più complessa del poker, il Texas Hold'em.

Tra i risultati da votare, infine, la scoperta di una specie di scimmia nell'isola di Sumatra, la carota di ghiaccio più antica, il rivelatore portatile di neutrini, i progressi delle tecniche di microscopia che consentono di vedere le molecole in azione e il successo dei siti dedicati alla pubblicazione preliminare degli articoli scientifici su temi biologici.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook