Giovedì, 19 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo

Al via lo Space Rider, il veicolo spaziale europeo che rientra a Terra

Scienza Tecnica
Rappresentazione grafica dello Space Rider, il veicolo europeo di rientro a Terra e riutilizzabile basato su tecnologia italiana (fonte: ESA)
© ANSA

Luce verde per lo Space Rider, il veicolo spaziale europeo senza equipaggio in grado di rientrare a Terra e riutilizzabile, nel quale la tecnologia italiana ha un ruolo di primo piano. Il contratto è stato firmato oggi a Parigi dall'Agenzia Spaziale Europea (Esa) con la Thales Alenia Space (67%Thales- 33% Leonardo) e la Elv (European Launch Vehicle), società costituita al 70% dalla Avio e per il 30% dall'Agenzia Spaziale Italiana (Asi).

Lo Space Rider è l'erede della capsula di rientro europea Ixv, realizzata in Italia con il sostegno dell'Asi, che l'11 febbraio 2015 ha eseguito con successo un volo suborbitale con rientro e ammaraggio. La Thales Alenia Space è responsabile dello sviluppo del modulo di rientro (Rm) dello Space Rider, derivato dalla capsula Ixv, mentre la Elv ha l'incarico di sviluppare il modulo di servizio derivato dallo stadio superiore del lanciatore Vega C, chiamato Avum (Attitude and Vernier Upper Module).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook