Giovedì, 12 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Antartide, le piattaforme di ghiaccio si stanno deformando

Le piattaforme antartiche si stanno deformando per effetto dello scioglimento dei ghiacci e rischiano di diventare meno stabili. È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Nature Communications e coordinato dall’Università britannica di Cambridge.
Le deformazioni, provocate dal peso di piccoli laghi superficiali creati dall’acqua che si insinua nelle depressioni, erano già state previste con simulazioni al computer. La loro estensione non è ancora nota con precisione, ma è la prima volta che il fenomeno è osservato direttamente sul campo, con Gps e sensori di pressione.

Buona parte dei ghiacci in Antartide è rappresentata da piattaforme galleggianti, quasi interamente sotto il livello del mare, che sporgono solo per alcune decine di metri. Sono queste superfici, secondo i ricercatori, le più esposte agli scioglimenti e alle conseguenti deformazioni, quando nei mesi estivi le temperature salgono sopra lo zero.


La glaciologa Alison Banwell, dopo aver installato un sensore di pressione in un lago superficiale in Antartide (fonte: Grant Macdonald)

 

Per i glaciologi, “i risultati dimostrano un collegamento tra lo scioglimento superficiale dei ghiacci e il loro indebolimento. Un fenomeno - hanno aggiunto - che rafforza l’ipotesi che recenti rotture nelle banchise antartiche siano in parte dovute proprio allo scioglimento in superficie legato al surriscaldamento dell’atmosfera nei mesi estivi”. Come è avvenuto nel 2002 alla piattaforma Larsen B, quando 3.200 chilometri quadrati di ghiaccio si sciolsero in pochi giorni. “Lo studio - hanno concluso gli autori - aiuterà a migliorare i modelli per capire quali piattaforme sono più vulnerabili”.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook