Domenica, 17 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Musei aperti di notte, non solo una sera

Il 19 maggio in tutta Italia si è celebrata la "notte europea dei musei": pinacoteche, gallerie, palazzi e siti archeologici aperti fino a tardi per consentire a tutti di ammirare opere d'arte, patrimoni culturali e spettacoli sotto le stelle. Il successo di questa e delle scorse edizioni ha incoraggiato molti musei e siti archeologici a organizzare per tutta l'estate aperture serali più volte la settimana da Venezia a Roma, da Milano a Torino, da Ravenna a Firenze. E' un'iniziativa di successo perché favorisce una programmazione più ampia e coinvolge turisti e visitatori che normalmente non riescono a entrare nei musei nei consueti orari di apertura.
Palazzo Ducale di Venezia resterà aperto fino alle 23 (ultimo ingresso alle 22) ogni venerdì e sabato d'estate e fino al mese di ottobre. E' un'ottima occasione per scoprire i capolavori del palazzo gotico, simbolo della Serenissima, e le singole mostre temporanee. Da non perdere "John Ruskin. Le Pietre di Venezia", mostra che fino al 10 giugno punta i riflettori sul rapporto di Ruskin con la città lagunare e, dal 7 settembre, "Tintoretto 1519-2019" per festeggiare i 500 anni della nascita del pittore veneziano tra i giganti della pittura europea del XVI secolo. Il museo, inoltre, propone suggestivi percorsi tra i segreti e i tesori del Doge e varie attività per tutta la famiglia. Info: http://palazzoducale.visitmuve.it
La straordinaria Cappella degli Scrovegni di Padova presenta l'iniziativa "Giotto sotto le stelle" con aperture serali dal martedì alla domenica fino al 4 novembre. E' un'esperienza suggestiva e unica poter ammirare a lungo uno tra i più importanti cicli di affreschi della storia dell'arte; solo di sera, infatti, si può acquistare un biglietto "doppio turno" che consente di rimanere nella stanza degli affreschi per 40 minuti consecutivi. Sempre di sera è possibile aderire a visite animate: su prenotazione si entra alle 19 e alle 21 fino a esaurimento posti con gli attori dell'associazione culturale teatrOrtaet che rievocheranno i personaggi del Medioevo per raccontare la storia della Cappella degli Scrovegni. Info: www.giottosottolestelle.it
La ricca pinacoteca Accademia Carrara di Bergamo offre ai visitatori della città lombarda la proposta "Estate in Carrara": il 30 giugno, il 28 luglio, il 25 agosto, il 29 settembre e il 27 ottobre la galleria resta aperta fino a mezzanotte. In queste date sarà possibile ammirare capolavori assoluti: dal Mantegna al Pisanello, da Raffaello al Bellini, da Botticelli a Lotto, da Tiziano a Canaletto, da Hayez a Guardi. Info: www.lacarrara.it A Milano sono numerosi i musei che quest'estate apriranno le proprie porte per condividere esperienze d'arte anche di sera; tra questi si segnalano: il Pirelli HangarBicocca (www.hangarbicocca.org) che, oltre alle installazioni permanenti, presenta fino al 16 settembre "The feeling of things", la prima grande retrospettiva in Italia dell'artista Matt Mullican. Le opere d'arte contemporanee dello spazio espositivo si possono ammirare fino alle 22, da giovedì a domenica. Palazzo Reale (www.palazzorealemilano.it) accoglie visitatori fino alle 22.30 ogni giovedì e sabato per ammirare le mostre "Dürer e il Rinascimento tra Germania e Italia" fino al 24 giugno, "Impressionismo e avanguardie" fino al 2 settembre e "In piena luce. Nove fotografi interpretano i Musei Vaticani", in programma da fine maggio a luglio.
A luglio e ad agosto si potrà entrare nel museo Egizio di Torino (www.museoegizio.it) tutti i venerdì, dalle 18.30 alle 22.30 spendendo solo 5 euro. Il giovedì sera invece, dalle 20 alle 23, si ammirano opere di giovani artisti presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (http://fsrr.org). Le promozioni estive del capoluogo piemontese offrono altre occasioni per entrare nei luoghi della cultura in orari anomali, come l'atteso appuntamento "Sere d'Estate alla Reggia", con aperture speciali della magnifica residenza sabauda e dei suoi incantevoli giardini. La manifestazione si svolge tutti i venerdì e i sabato, dal 29 giugno al 25 agosto, con spettacoli e concerti in programma.
Fino al 5 ottobre il primo e l'ultimo venerdì del mese i Musei di Strada Nuova, tre dimore storiche di via Garibaldi a Genova riunite in un'unica struttura museale - Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Tursi - prolungano l'orario di apertura e organizzano dalle 19 visite guidate a tema per far conoscere da vicino le opere esposte e i loro autori. Per conoscere date e argomenti: www.visitgenoa.it
Si chiama "Mosaico di notte" la proposta che dal 3 luglio al 7 settembre consente di ammirare anche oltre il solito orario di apertura i preziosi mosaici della Basilica di san Vitale, del vicino Mausoleo di Galla Placidia, di Sant'Apollinare in Classe e della Domus dei tappeti di pietra a Ravenna. Tutti i martedì e i venerdì, dalle 21 alle 23, e con la possibilità in alcune date di partecipare, su prenotazione, alle visite guidate tra i monumenti d'arte bizantina, tutelati dall'Unesco, della città romagnola. Info: www.ravennamosaici.it
A Firenze dal 5 giugno al 28 settembre i celebri musei degli Uffizi, restano aperti due sere a settimana: martedì e mercoledì fino alle 22 si potranno ammirare i capolavori d'arte e partecipare a eventi, concerti, conferenze e performance sperimentali negli spazi delle gallerie. Sono anche previste visite guidate nelle nuove sale dedicate alla storia degli Uffizi, che fanno parte degli spazi dell'Auditorium Vasari inaugurato pochi mesi fa.
A Roma sono numerosi i musei che aderiscono all'iniziativa di aprire di sera; tra questi spiccano i Musei Vaticani che fino al 26 ottobre ogni venerdì aprono le porte ai visitatori dalle 19 alle 23, con l'ultimo ingresso alle 21.30. Si potranno così ammirare il museo Gregoriano Egizio, il museo Pio Clementino, le Gallerie Superiori, le Stanze di Raffaello, l'Appartamento Borgia, la Cappella Sistina e le Sale di Pio V. La prenotazione è obbligatoria sul sito: www.museivaticani.va Le visite notturne sono ancor più suggestive se si partecipa agli appuntamenti musicali della rassegna "Museidisera Arte, Musica", che propone concerti dal vivo tra i capolavori d'arte pittorica e scultorea dei Musei. Chi ama l'arte contemporanea il sabato fino alle 22 può entrare al Maxxi (www.maxxi.art), il museo nazionale delle arti del XXI secolo, progettato nel 2009 dall'architetto britannico di origine irachena Zaha Hadid. Il museo è dedicato alla sperimentazione e all'innovazione nel campo delle arti e dell'architettura e ospita collezioni permanenti che promuovono l'arte contemporanea con più di 300 opere - dalla pittura alle installazioni, dalla scultura alla fotografia e all video arte - provenienti da tutto il mondo e un'attenzione particolare agli autori italiani e più di 50mila progetti, 25mila fotografie e modelli di progetti architettonici. "La luna sul Colosseo" è una sorprendente iniziativa culturale, in programma dal 14 maggio al 31 ottobre, che consente di visitare il monumento iconico di Roma ogni lunedì, martedì e mercoledì dalle 20 a mezzanotte (l'ultimo ingresso è alle 22.40). La visita dura un'ora e 15 minuti e prevede l'accesso ai sotterranei, all'arena e al primo ordine del Colosseo. La visita comincia dal piano dell'arena, cuore del monumento, da dove si scorgono le profondità dei sotterranei, le cavità delle gallerie e il susseguirsi delle arcate interne del monumento, resi ancor più suggestivi dall'illuminazione serale. Qui si raccontano i giochi gladiatori, la storia e l'architettura dello straordinario monumento.
Da metà luglio, infine, si potrà visitare in notturna il maestoso sito archeologico della Valle dei Templi di Agrigento, patrimonio dell'Umanità. Nel parco di 1.300 ettari, che racchiude secoli di storia antica del Mediterraneo, si passeggia tra boschi d'ulivi, mandorli, zagare e carrubi alla scoperta degli imponenti resti dell'antica città di Akragas e dei templi dorici di tufo dorato della Magna Grecia; il più visitato è il gigantesco tempio della Concordia con le sue 34 colonne, tutte ancora in piedi, celebrato da scrittori e filosofi, soprattutto dal tedesco Goethe. Nel punto più alto della collina si erge il tempio di Giunone, che aveva lo stesso numero di colonne di quello della Concordia ma che furono in parte distrutte da un incendio appiccato dai Cartaginesi nel 406 a.C. Il tempio più grande del Parco è quello dorico di Giove: costruito su una base di 56 metri per 113 ha colonne alte circa 18 metri. La Valle accoglie anche il museo archeologico Pietro Griffo che espone reperti dalla preistoria fino alla fine dell'età greco-romana. Nel mese di giugno il sito ufficiale - www.lavalledeitempli.it - comunicherà orari e tutti i dettagli utili per le visite notturne.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook