Venerdì, 13 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Pazienza 30 anni dopo e inedito Zanardi

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Zanardi in sella al puledro nero agita la lancia. Tutt'intorno anime in pena e teschi da girone infernale. Otto tele, 2 metri e mezzo per 2 metri e mezzo, a colori. Andrea Pazienza nell'83 le dipinse in due sere all'Ottovolante - Festival della satira del Luneur di Roma.
    Saltato fuori qualche mese fa a casa del regista Matteo Garrone, che lo aveva avuto dal padre, è uno dei due inediti di Andrea Pazienza. Trent'anni senza, mostra che apre il IV ARF! Festival di storie, segni e disegni (25-27/5), in omaggio al trentennale della sua scomparsa (morì a 32 anni il 16/6/1988) e che per la prima volta raccoglie tutte le sue eredità artistiche, con i fratelli Mariella e Michele e la moglie Marina Comandini, fino al 15/7 al Mattatoio di Roma. Curata da Stefano Piccoli, Mauro Uzzeo e Alino, la personale racconta l'eclettismo di Pazienza attraverso il fumetto con più di 120 opere. Oltre a Zanardi equestre, l'inedito ritratto disegnato nell'86 alla morte dell'amico Stefano Tamburini per Frigidaire, ma mai pubbicato

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook