Martedì, 17 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo

43/o Cantiere Montepulciano, 65 eventi

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - Vita Morte Meraviglie è il tema della 43/a edizione del Cantiere Internazionale d'Arte, la rassegna ideata da Hans Werner Henze, che dal 12 al 29 luglio propone 65 appuntamenti, diffusi tra Montepulciano e la Valdichiana Senese.
    Per la prima volta la manifestazione si apre al Castello di Sarteano, con 'Nelle scarpe di Giufà', spettacolo di teatro musicale della Nuova Accademia degli Arrischianti, dedicato alle migrazioni. Autrice e regista dello spettacolo è Laura Fatini, collaboratrice di Guido Ceronetti; lo spettacolo sarà in prima assoluta il 12, 13, 14, 15, 18, 19, 20, 21 e 22 luglio. Nel cartellone, messo a punto dal direttore artistico Roland Böer, coadiuvato dal coordinamento artistico di Giovanni Oliva, opera lirica, teatro, danza, concerti sinfonici, musica da camera, performance, arti figurative ed eventi speciali pronti a coinvolgere anche i Comuni di Cetona, Chianciano Terme, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena, Trequanda.
    Tra le opere si segnalano L'impresario in angustie, farsa di Domenico Cimarosa sulla disfatta del teatro, in una nuova produzione basata sulla revisione realizzata da Enrico Massa, a partire dal manoscritto originale per la rappresentazione del 1791 al Teatro Nuovo di Napoli (15-16-17 luglio); Conversation Pieces, teatro musicale ispirato a George Byron con musiche di Fabrizio Festa (prima assoluta 27-28-29 luglio); Il gran mondo del teatro, performance di strada tra recitazione, musica e danza, ispirata al capolavoro di Pedro Calderòn de la Barca (prima assoluta 21-23-24-25-26 luglio). E ancora il Trittico di danza contemporanea, in Piazza Grande a Montepulciano, con tre nuove coreografie originali in prima assoluta (25 luglio) concerti sinfonici con Mariangela Vacatello, Cambridge University Orchestra e RNCM Manchester; il ciclo cameristico Bach+ e il Viaggio Schumanniano; Il ritorno di Casanova con la compagnia Lombardi-Tiezzi.
    Per il concerto di chiusura (29 luglio), La Valse di Maurice Ravel, la Sinfonia n. 40 di W. A. Mozart e la celeberrima Sinfonia n. 5 di Shostakovich.(ANSA).
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook