Domenica, 15 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

A Roma Elizabeth Unique hotel galleria

ROMA - Non solo un albergo dove tornare, ma un luogo dove vivere la bellezza, l'arte e l'accoglienza tutta italiana che, riscoprendo il fascino del grand tour, offre a chi viaggia l'emozione di vivere la storia antica della città eterna e scoprire talenti contemporanei. Sì perché varcare la soglia dell'Elizabeth Unique Hotel, dimora di charme nel cuore di Roma, che sarà inaugurato il 7 giugno, è entrare in una galleria d'arte che lascia senza fiato per le opere esposte su ogni parete e in ogni stanza e l'armonia dei toni puri e lineari voluti dall'architetto Antonino Marincola che firma il progetto di interior e ha disegnato gli arredi e l'illuminazione. Ogni spazio svela un ritmo fluido ed equilibrato, in un susseguirsi di passato e presente, di minimalismo e ricchezza, di cromie delicate e palette intense.

Le trentatre camere (initiale, deluxe, jr suite e suite) illustrano l'eleganza e l'atmosfera curata di una casa prestigiosa. Come in un continuo gioco di sovrapposizioni, i dettagli del Palazzo Pulieri Ginetti, convivono con le citazioni del più raffinato design, le tappezzerie pregiate dialogano con le opere create ad hoc da artisti contemporanei. Una selezione di opere contemporanee, curate e commissionate da Fabrizio Russo, titolare della storica Galleria Russo di via Alibert, a pochi passi da piazza di Spagna. Una collezione che vede come protagonisti alcuni talenti emergenti del panorama artistico italiano, pensata per interpretare l'anima dell'hotel e impreziosire di significato e bellezza l'esperienza degli ospiti.

    L'albergo, posto tra via del Corso e via della Frezza, in via delle Colonnette 35, è gestito dalla Famiglia Curatella, storica famiglia di imprenditori lucani, di Bella in provincia di Potenza, che negli ultimi anni ha debuttato nel mondo dell'hôtellerie, con una collezione di alberghi a Roma, Bologna e Venezia. L'Elizabeth evoca così l'anima spontanea e sincera di una famiglia naturalmente votata al bello e profondamente legata alle radici italiane. Esattamente come accade per le residenze private, la proprietà è stata curata e arricchita, fino a raggiungere la bellezza di un albergo unico. Lo stesso nome dell'hotel è un omaggio alla signora Elisabetta, madre e nonna dei fondatori: figura femminile chiave, che ha lasciato dietro di sé le tracce indelebili del proprio amore e l'esempio di un'accoglienza autentica e unica.

    A guidare la direzione creativa e operativa del progetto, concependo una nuova filosofia dell'esclusività inedita e visionaria, è Giuseppe Falconieri, Chief Inspiring Officer second il quale "Il lusso non è apparire, bensì essere compresi". Alloggiare all'Elisabeth significa, spiega, "trovare appagamento nei piccoli dettagli e ispirazione dalle suggestioni artistiche, in un percorso virtuale da antico a contemporaneo, vivendo il privilegio - racconta - di entrare a far parte di una community di viaggiatori illuminati".

    All'interno non aspettatevi di trovare un banale luogo dove mangiare, c'è invece un luogo per i palati raffinati che sanno cogliere l'essenza dei sapori. E' il Bar Bacharach & Bistrot, riassunto perfetto tra l'allure cosmopolita dell'albergo e le profonde radici del territorio, come testimonia la collezione di "pani creativi", che raccoglie le tradizioni gastronomiche italiane e le mescola con input internazionali. Per assicurare un'esperienza gourmet unica, gli ingredienti sono a km zero e provengono da una rosa di aziende agricole locali, selezionate utilizzando criteri di artigianalità, autenticità e qualità.
    Preziosa anche la carta dei vini, firmata da Luca Maroni, uno dei massimi esperti e nome illustre dell'enologia italiana.

    Fiore all'occhiello del Bar è la colazione à la carte, che, per ricerca, creatività e qualità, raggiunge l'eccellenza di un brunch in grado di sedurre gli ospiti più sofisticati.
    L'Elizabeth Unique Hotel dimostra come l'esclusività e il lusso possano convivere con scelte di carattere etico e di impegno sociale, supportando progetti di charity focalizzati sull' aiuto di bambini in difficoltà e proteggendo l'ambiente entrando a pieno titolo nella categoria dei No Plastic Hotel. E' membro della catena Design Hotels.
   

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook