Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Alitalia: manifestanti bloccano l'autostrada Roma-Fiumicino, tensione con la polizia - VIDEO

Alitalia: manifestanti bloccano l'autostrada Roma-Fiumicino, tensione con la polizia - VIDEO

Oltre 500 lavoratori di Alitalia hanno bloccato il traffico sull’autostrada Roma-Fiumicino, all’ingresso dell’aeroporto: dopo due ore hanno smobilitato il presidio. I manifestanti, partiti in corteo dallo scalo romano, avevano sfondato il cordone della polizia e si erano seduti all’imbocco dell’autostrada. Non sono mancati spintoni e scontri con la polizia. La questura precisa che non ci sono state cariche. I dimostranti protestano al grido di “Alitalia siamo noi!” “Lavoro! Lavoro!”.

Sindacati: “Altissima adesione sciopero. Stupisce silenzio Governo”

“Com’era prevedibile è stata molto alta, con punte dell’100% in alcuni aeroporti l’adesione allo sciopero di oggi di tutto il trasporto aereo, eccetto Enav”. È quanto dichiarano Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, spiegando che: “Da mesi chiediamo l’intervento del Governo per garantire la tenuta industriale del settore. Siccome per noi non ci sono figli e figliastri, ricordiamo tutti i temi per noi indifferibili e che non ci stanchiamo di portare all’attenzione dei quattro Ministeri: il blocco dei licenziamenti sino ad avvenuta ripresa del comparto; la rivisitazione del piano nazionale degli aeroporti; la vertenza Alitalia/ITA, che coinvolge circa 10.500 lavoratori, per i quali chiediamo un programma di ammortizzatori sociali che duri per tutta la durata del piano industriale della nuova compagnia di bandiera, al fine di tutelare tutti i lavoratori.

Fino ad ora registriamo la grande assenza del Governo dalla trattativa mentre per noi è imprescindibile il mantenimento dei livelli occupazionali. Inoltre: la vertenza Air Italy con 1.322 lavoratori per cui è stata avviata la procedura di licenziamento; la crisi delle compagnie aeree Norwegian, Ernest e Blue Panorama e delle compagnie aeree straniere basate in Italia tutte sotto regime di ammortizzatori sociali e le vertenze verso quelle società che rifiutano il confronto con il sindacato. Serve il rifinanziamento del Fondo di solidarietà del trasporto aereo (Fsta) e l’avvio di un confronto immediato affinché vengano emessi una serie di provvedimenti integrativi e correttivi della attuale normativa riguardo il complesso degli ammortizzatori sociali del settore.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook