Sabato, 03 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Il video del viadotto che sembra "spaccato in due". L'Anas: "Nessuna lesione". Ecco le immagini

Il video del viadotto che sembra "spaccato in due". L'Anas: "Nessuna lesione". Ecco le immagini

 Nella tarda serata di ieri si sono concluse le verifiche dei tecnici Anas sul viadotto "Passignano", lungo il raccordo autostradale Perugia-Bettolle, dopo le immagini di una presunta lesione all’impalcato diffuse sui social.

 Nella tarda serata di ieri si sono concluse le verifiche dei tecnici Anas sul viadotto "Passignano", lungo il raccordo autostradale Perugia-Bettolle, dopo le immagini di una presunta lesione all’impalcato diffuse sui social. "Va evidenziato - sottolinea Anas - che quello che si vede nelle immagini non è una lesione bensì un giunto strutturale che unisce due travate del viadotto, così realizzato all’epoca della costruzione dell’opera secondo la tecnica costruttiva prevista dal progetto. I controlli eseguiti hanno confermato che il giunto non presenta alterazioni pertanto non sussiste alcuna criticità o anomalia sulla sicurezza statica del viadotto.

Il viadotto è lungo 630 metri e suddiviso in 10 campate. Ogni travata, di lunghezza pari a 140 metri, è appoggiata su due pile distanti tra loro 70 metri mentre alle estremità sono presenti due sbalzi di 35 metri ciascuno. Gli sbalzi terminano con una sezione inclinata di circa 45 gradi e fungono da mensola di appoggio per lo sbalzo dell’impalcato successivo. In questo punto si collocano i giunti strutturali che sono complessivamente 8 (quattro per ogni carreggiata)".

Per consentire un ulteriore approfondimento ispettivo non eseguibile in orario notturno, il transito è stato temporaneamente canalizzato su una corsia per senso di marcia. "Tutti i ponti e i viadotti della rete Anas, oltre alla normale sorveglianza quotidiana garantita dal personale su strada, sono oggetto di controlli periodici standardizzati che costituiscono il processo ispettivo eseguito, secondo le norme vigenti, da tecnici specializzati e appositamente formati", conclude la nota.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook