Lunedì, 06 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Paura per due scalatori bloccati sulla parete del faraglione a Capri, il video del salvataggio

Paura per due scalatori bloccati sulla parete del faraglione a Capri, il video del salvataggio

Il fascino della scalata dei Faraglioni di Capri ha spinto due turisti che ieri, quasi al tramonto, si sono avventurati sul «faraglione di terra» con lo scopo di raggiungere la cima, senza che nessuno li avesse avvertiti del pericolo, essendo ora in una stagione nella quale la zona e quel tratto di spiaggia risultano essere totalmente deserti. L’avventura per loro poteva finire male se non fosse intervenuta la squadra di tecnici del CNSAS (Soccorso Alpino e Speleologico della Campania) dell’isola e l’elicottero del 118. I due impavidi scalatori sono arrivati sino alla cima, alta centonove metri chiamata «faraglione di terra», unica collegata alla costa ed alla spiaggia sottostante, la più facile da raggiungere per coloro i quali vogliono salire per godere della vista più esclusiva.

Gli altri due faraglioni, famosi in tutto il mondo, sono quello di centro, con la cavità, chiamato "di Mezzo", e quello esterno, noto come il faraglione di fuori o "Scopolo", Molti casi si sono verificati nel corso dei decenni, per fortuna sempre con esito positivo, anche perché lungo il percorso ci sono piccoli scorci di viottolo che facilitano la salita insieme ad arbusti della flora spontanea che nasce sulla roccia. I due scalatori, provenienti dalla provincia di Bari, erano riusciti nel loro intento di raggiungere la cima del faraglione ma proprio in quel punto scatta il pericolo poiché, anche se la salita viene resa più agevole dagli speroni di roccia e da vari appoggi e tracce di sentiero, la discesa a piedi diventa quasi impossibile senza nessuna attrezzatura idonea visto che da quell'altezza quasi sempre si avverte una sensazione di pericolo.

E, come emerge dalle testimonianze di analoghi e precedenti episodi, ne scaturisce una sensazione di immobilismo dato dalla paura della discesa. Una sorta di blocco che impedisce di continuare il cammino di ritorno. E ciò probabilmente è quanto accaduto ai due turisti italiani che, data l’impossibilità di proseguire, hanno deciso di allertare i soccorsi e da terra si sono levati contestualmente l’elisoccorso del 118 decollato da Napoli e dall’isola la squadra dei tecnici Soccorso Alpino e Speleologico della Campania di stanza a Capri. Medico ed elisoccorritore CNSAS a bordo dell’elicottero 118 sono sbarcati tramite verricello in parete e dopo essersi sincerati sulle condizioni fisiche dei due scalatori hanno provveduto a recuperarli a bordo dell’elicottero mentre ormai il buio era calato e rendeva più difficile il soccorso. I tecnici sono comunque riusciti a fare in modo che la vicenda si concludesse positivamente evitando, grazie al loro tempestivo intervento, un altro epilogo.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook