Martedì, 30 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Noi Magazine

Home Video Noi Magazine Su Noi Magazine la Scuola che non chiude

Su Noi Magazine la Scuola che non chiude

La Scuola che non chiude sull'inserto Noi Magazine, dedicato ai giovani e all'istruzione, domani all'interno delle edizioni di Gazzetta del Sud di Messina, Reggio, Cosenza e Catanzaro-Crotone-Lamezia Vibo. Sulle prime pagine il richiamo al Piano Estate lanciato dal Ministero dell'Istruzione e poi i tanti pezzi degli studenti sull'attualità e i numerosi progetti scolastici. Quello di domani sarà il penultimo numero dell'inserto, che la prossima settimana concluderà le pubblicazioni per questa intensa stagione con un evento web ricco di ospiti istituzionali.

Sull'edizione di domani di Messina il commento dell'associazione di dirigenti scolastici ADSeT, presieduta dal prof. Angelo Miceli, sull'apertura estiva delle scuole e i lavori degli studenti dell'Ic La Pira Gentiluomo, con una dichiarazione d'amore per tutte le mamme: un pezzo da prima pagina! Presenti gli studenti del Liceo Archimede, con una riflessione sull'amicizia e la recensione di un saggio storico sulla drammatica carestia in Ucraina, mentre gli alunni dell'Ic Manzoni Dina e Clarenza raccontano l'intenso incontro con il giudice Roberto Di Bella nell'ambito del progetto "Liberi di Scegliere". Dall'Ic Enzo Drago invece l'annuncio dello spazio dedicato alle "storie gentili" per i piccoli dell'Infanzia. La tutela della privacy e le esigenze educative soprattutto per i più giovani al centro del pezzo dei liceali dell'Ainis che hanno seguito il webinar della scorsa settimana con l'avv. Guido Scorza, componente dell'Autorità Garante della Protezione dei Dati Personali, mentre gli studenti dell'Ic Mazzini approfondiscono il dramma dei bambini soldato e presentano poi un progetto interdisciplinare tra arte e inglese sul riciclo dei rifiuti. Dal Liceo Maurolico l'inno alla libertà nel tratteggiare la figura del Catone dantesco e nel ricordare il sacrificio delle vittime di mafia, la cui "missione" prosegue tra i giovani più responsabili. I liceali del galilei di Spadafora raccontano invece dell'incontro con Gianrico Carofiglio che li ha invitati a sperimentare la "dolce fatica" dello scrivere. Un pezzo ricorda poi la 25 edizione del Premio Antonio Sciabà, promossa tra gli studenti dei Licei La Farina e Basile.

Dal Collegio Sant'Ignazio l'interessante progetto incentrato sullo studio delle fortificazioni, che ha portato i ragazzi della Media a viaggiare con la fantasia realizzando modellini con materiali di scarto, mentre gli studenti dei Comprensivi Tremestieri e Paradiso ci conducono tra le pagine dei libri più amati. Con il Comprensivo Mazzini Gallo andiamo alla scoperta di alcuni luoghi suggestivi di Messina, come il Forte Serra La Croce e la Galleria Santa Marta, mentre l'Ic Gravitelli Paino ripercorre la storia del rione cittadino di Montepiselli, in cui sorge uno dei plessi scolastici, e propone poi un'ampia disamina sulla Giustizia Minorile. Spazio poi alla fantasia degli alunni della Primaria dell'Ic Catalfamo, con poesie e disegni sulla Primavera, e all'apprendimento divertente della lingua inglese, con i nuovi episodi della serie animata di Rai YoYo "Fumbleland! Mi è scappato un errore". Dall'Ic Leopardi arriva invece un accorato invito a tenere comportamenti di maggiore civiltà nel condurre a spasso i propri amici a quattro zampe. Il sociologo Unime prof. Marco Centorrino analizza l'impiego di tecnologie indossabili che ci rendono simili a "cyborg" mentre la pagina degli Atenei dello Stretto si apre con l'intensa riflessione degli studenti di UniVersoMe sull'importanza del ragionare prima di giudicare, specie nelle dinamiche dei commenti web spesso improntati alla superficialità; di spalla, l'avvio della sperimentazione nell'ambito di Unime per l'app Yukker, destinata ad offrire nuovi servizi di assistenza personalizzata a chi si trova in condizione di disabilità. Nella stessa pagina l'annuncio dell'Open Day virtuale di Unime che si terrà per gli studenti delle scuole superiori nei giorni 18,19 e 20 maggio prossimi.

Una sfida importante attende il Liceo scientifico "Berto" di Vibo che apre l'edizione di Catanzaro, Crotone e Vibo per raccontare il percorso che - nonostante il Covid e le profonde restrizioni subite - porterà gli studenti a partecipare alla prima edizione delle finali nazionali in lingua inglese del torneo di dibattiti "Exponi le tue idee", ideato e promosso dall’associazione WeWorld onlus, in programma dal 17 al 21 maggio. Giovani sempre protagonisti, poi, con la riflessione degli studenti della III A della scuola secondaria di Joppolo sulle difficoltà che vivono gli adolescenti nel tempo in cui i social hanno preso il sopravvento. Nella seconda pagina, a seguire, un approfondimento sull'e-learning e sulle opportunità che il "digitale" porta alla didattica con il prof. Antonio Calvani dell'Università di Firenze che prosegue, dunque, la sua disamina sul mondo della scuola, con consigli utili per docenti e dirigenti. Spazio, poi, allo "spettacolo" con gli studenti del Liceo Campanella di Lamezia Terme che nei giorni scorsi hanno portato in "scena" l'Inferno di Dante tra canti, danza e tanta passione; mentre i rappresentanti delle Consulte studentesche della Calabria questa settimana fanno il punto sul confronto avuto con il ministro dell'Istruzione Bianchi su scuola, Covid e ripresa.
Diritti umani e inclusione, poi, al centro del lavoro dei ragazzi del Liceo classico "Morelli" di Vibo che il 20 maggio assegneranno ad Aboubakar Soumahoro il premio l’Operatore d’Oro, giunto alla XIV edizione. Di musica da "recuperare" parla, poi, uno degli studenti dell'Itt "Malafarina" di Soverato che, con amarezza, analizza il declino della musica d'autore che, troppo spesso, ha trovato compromessi con il mercato. A chiudere la terza pagina sono i "Racconti gastronomici fiorentini": il progetto del Liceo "Costanzo" di Decollatura che tra immagini e testi accompagna il lettore nella Firenze di Dante. Uno "spaccato" di realtà e dell'odissea vissuta dagli studenti nell'anno del Covid è quello che offre una studentessa del Liceo "Borrelli" di Santa Severina; mentre l'Ite "V. De Fazio" di Lamezia illustra le sue proposte per fare ripartire il turismo. Un approfondimento del webinar dello scorso giovedì su libertà di stampa, tutela dei minori e privacy è, invece, quello degli studenti di Decollatura e, infine, la rubrica dell'Ipsseoa di Soverato che porta i lettori del Noi Magazine in "viaggio" alla scoperta del Convitto dell'Istituto.

Sull'edizione di Cosenza i liceali dello “Scorza” raccontano l’incontro con l’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali durante l’ultimo dei nostri webinar. Alessia, studentessa Unical, spiega il suo cammino universitario assieme all’impegno tra teatro e volontariato per aumentare la sensibilità verso la disabilità e battere il bullismo. I ragazzi dell’Iis di Cariati sono stati coinvolti nel progetto “Icaro” curato dalla Polizia stradale sui pericoli di alcol, droga e smartphone alla guida, mentre gli alunni di San Vincenzo la Costa sono stati premiati a un concorso di poesia sulla Shoah. Angela, studentessa della Scuola Media di San Demetrio Corone, racconta la libertà perduta per l’emergenza Covid, mentre all’Ipsia-Iti di Acri partono lezioni di ecologia con sedici classi a difesa della salute della terra. I tirocinanti dell’Unical descrivono la loro esperienza sul campo al Comprensivo di Rende Quattromiglia che ha pure accolto la finale dei Debates game nel plesso di Villaggio. I liceali di San Demetrio Corone tratteggiano la sua figura controversa di Filippo di Edimburgo, 73 anni al fianco della Regina Elisabetta. I segreti del giornalismo fra tradizione e innovazione raccontati dagli studenti del “Siciliano” di Bisignano, mentre l’Istituto comprensivo di San Pietro in Guarano ha vissuto la Giornata delle api. Straordinario il viaggio nella scienza degli alunni della classe V del “Tommaso Cornelio” di Rovito.

Sull'edizione di Reggio un percorso a ritroso nella storia più antica e più recente per scoprire le origini della democrazie e della costituzione italiana: questo il lavoro che hanno proposto gli studenti dell'istituto comprensivo di Villa San Giovanni, Giovanni XXIII. L'Istituto comprensivo Cassiodoro-Don Bosco di Pellaro è stato protagonista del webinar “Formarsi e confrontarsi con le Avanguardie educative”, movimento che da anni fornisce un contributo al dibattito internazionale sui temi sollevati dalla Media Education, valorizzando le buone pratiche delle scuole che sperimentano metodologie innovative. Il webinar ha visto i significativi interventi di ricercatori e della dirigente scolastica dell’Istituto Cassiodoro - Don Bosco, Eva Raffaella Maria Nicolò, che ha saputo costruire una leadership visionaria per fare innovazione pedagogica e didattica, integrando il curricolo d’istituto con quello di Educazione ai Media.

I bambini della Pascoli si sono scoperti poeti per un giorno con componimenti a tema libero, mentre all'Istituto comprensivo San Francesco di Palmi, si celebra la festa della mamma attraverso disegni e colori. L'Istituto comprensivo Radice Alighieri invece propone a 35 anni dal disastro di Chernobyl una analisi sull'energia nucleare.
Sulla pagina degli Atenei dello Stretto, nuovo riconoscimento per l'Università Mediterranea che è stata accreditata dalla Scuola nazionale della Pubblica amministrazione. L'Ateneo in questi giorni ha visto il rinnovo della carica di direttore generale, con il prof. Ottavio Amaro subentrato al prof. Giuseppe Zimbalatti.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook