Domenica, 29 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società Dance, il dj set in casa di Jo Squillo conquista tutti: "Io metto musica felice"

Dance, il dj set in casa di Jo Squillo conquista tutti: "Io metto musica felice"

Il 22 giugno, giorno del suo compleanno, vorrebbe fare una grande festa e celebrare 40 anni: 20 di musica e 20 di moda. Intanto ogni giorno alle 17 ed il sabato alle 22 con il suo “Jo in the house” fa entrare nel suo privè virtuale tantissimi amici. Con i suoi creativi dj set Jo Squillo è divenuta il fenomeno social del momento raggiungendo su Instagram 152000 follower e fra essi, per ballare, divertirsi e scacciare la paura del Covid 19, personaggi come Simona Ventura, Chiara Ferragni e Fedez, Alessia Marcuzzi, Emma Marrone e molti altri. È impegnatissima in questi giorni Jo, ed anche molto sorpresa. «Non mi aspettavo questo successo, io non sono propriamente una dj – dichiara – ho iniziato a proporre musica per fare stare un po’ su le mie amiche depresse e stanche di non far nulla se non torte e crostate, allora un giorno ho deciso di aprire il mio bel terrazzo e ho iniziato a fare musica, quando abbiamo iniziato eravamo quaranta adesso siamo tantissimi».

Un’idea semplice, ma con tanta energia.

«Per forza, è quella che ci tirerà fuori, dobbiamo mettere da parte il dolore e ripartire, dare vita ad un’energia costruttiva, le donne sono bravissime in questo, sanno come reagire».

La tutela del mondo femminile ti sta a cuore e per questo che hai anche aderito all’appello delle donne all’Europa contro gli “egoismi da coronavirus”.

«Artiste, registe, cantanti e scienziate hanno lanciato una sottoscrizione aperta a uomini e donne per essere in prima fila nella ricostruzione dei valori comuni. Stop alle divisioni. Basta con gli egoismi nazionali. È l'ora che l'Europa, flagellata dal Covid 19, si mostri unita, solidale e responsabile. In un momento di profonda crisi sanitaria, economica e politica dalle donne di Se non ora quando Libere arriva l’invito a rifondare l’Ue».

La musica aiuta a superare ogni barriera, e come genere per i tuoi dj set hai scelto l’house.

«Sì, è un sound famoso e amato in tutto il mondo ma è anche un prodotto italiano, noi siamo i più creativi nel mondo della dance house».

Cosa accade durante i tuoi dj set?

«Ci si diverte, io metto musica felice, con la parola creo un racconto, sono frasi dedicate a questo nuovo movimento di liberazione fatto di fratelli del basilico e sorelle della luna: io vi benedico nel nome degli angeli e del mojto! La musica diventa la lavatrice dell’anima, è come la primavera, ci rigenera, ci riprogramma, ci toglie la paura, ci cura».

E tanta gente si sente partecipe...

«Sì perché è tutto libero, la gente si sente parte di una comunità, entra nel mio spazio, scrive, commenta, ci racconta come sta vivendo. È molto più attiva qui in questo luogo virtuale piuttosto che in una dance floor in un locale».

Klaus Davi ha fatto un sondaggio sui dj set più apprezzati: tu sei terza.

«Klaus Davi nella comunicazione è un personaggio autorevole, sapere di avere superato dj famosi mi sorprende e ovviamente mi fa molto piacere, fra l’altro sono l’unica donna presente in classifica».

Oltre alla musica ci metti anche un tocco di originalità, accanto a te hai due manichini all’ultima moda.

«Sono Valentina e Michelle, sono le mie ballerine, fanno parte del mio speciale privè».

Cosa farai alla fine della quaratena?

«Vorrei fare un bel viaggio, andare al Sud, in Calabria, Sicilia, Puglia ed anche in Sardegna. Per l’estate avevo tanti impegni ma non si sa cosa si potrà fare. A New York avevo registrato 3 canzoni, mentre qui in Italia Miss Keta mi ha coinvolto in un suo progetto uscito la scorsa settimana, lei ha fatto un bellissimo mix di musiche al quale ho partecipato».

Parliamo di moda, di cui parli da un canale dedicato: come sarà il mondo del fashion dopo il Covid 19?

«Lo ha già detto Armani, elimineremo il superfluo, torneremo alla normalità, se non facessimo così non avremmo capito nulla del dolore che abbiamo attraversato. Si darà più spazio al virtuale ed alla creatività, gli eventi saranno emozionali, ci daranno più vibrazioni, forse non ci saranno le top model, vi parteciperemo in numero minore ma saremo più interattivi con ciò al quale stiamo partecipando».

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook