Domenica, 09 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Televisione

Home Video Televisione Giorgia Greco, quel golden buzzer a Italia's Got Talent che emoziona. La bimba che vola senza un'ala...

Giorgia Greco, quel golden buzzer a Italia's Got Talent che emoziona. La bimba che vola senza un'ala...

“La struttura alare del calabrone non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso”. Nelle parole di Albert Einstein c'è l'essenza della vita. Quel superamento dei limiti, quella ricerca continua di un sogno che nessuno ti potrà impedire di raggiungere. E quando assisti al coraggio di chi questo miracolo te lo sbatte in faccia non puoi far altro che inchinarti e piangere. Di felicità. Perché c'è speranza. Perché un scricciolo ti dimostra che nella vita non ha senso lamentarsi. Serve solo il coraggio di vivere.

Ed è quello che ha fatto la piccola Giorgia Greco, ieri sera a Italia's Got Talent, la trasmissione di Sky. La storia di Giorgia ha qualcosa di raro, inimitabile, unico. Non solo per la bravura della ragazza, ma anche per quello che ha dovuto affrontare da piccola. Giorgia, ora tredicenne, ama la ginnastica ritmica da quando aveva quattro anni; a sette anni inizia ad accusare un dolore alla gamba, gli accertamenti non lasciano speranze: tumore dell’osso. La sopravvivenza di Giorgia è legata dolorosamente al destino di dover perdere quell’arto, che per lei rappresentava il tesoro più grande per inseguire il suo sogno: diventare una campionessa di ginnastica.

Lei resta in silenzio. Non dice una parola. Fa parlare i fatti, anche quando la mamma pensa che stia covando dentro il suo dolore. Dopo l’operazione e l’amputazione si rimette in moto e vola. Con una sola gamba, con una sola ala. Perché lo abbiamo già detto: la struttura alare del calabrone non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso.

E ieri la sua forza di volontà l’ha portata sul palco di Italia’s Got Talent, dove si è esibita su una sola gamba, meravigliando l’intera giuria. Giorgia ha spiegato fra l’altro che si ritrova a gareggiare da sola nelle competizioni a cui partecipa, non potendo disputare però a livello agonistico, dato che non esiste una categoria per chi come lei ha una disabilità, non vedendo di fatto riconosciuto il proprio merito, seppure, come fatto notare ironicamente da Frank Matano, alla fine vinca sempre, dato che è la sola prendere parte. Federica Pellegrini nel spiegare la scelta del Golden Buzzer ai colleghi ha riconosciuto indubbiamente di essersi immedesimata - in quanto atleta – nei sacrifici e nell’impegno che ha riconosciuto nell’esibizione di Giorgia, che quindi tornerà fra quattro settimane sul palco di Italia’s Got Talent per la finale.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook