Lunedì, 26 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Bracconieri nel mirino del Corpo Forestale
BARCELLONA

Bracconieri nel mirino
del Corpo Forestale

barcellona pozzo di gotto, Sicilia, Archivio

I tre richiami scoperti e sequestrati dagli agenti della Forestale coordinati dall'ispettore Emilio Ferrara erano stati posizionati d cacciatori senza scrupoli in zone impervie di difficile accesso. Gli artifici acustici servivano per ingannare, con cinguettii di volatili registrati su nastro magnetico, stormi di quaglie e altre specie attirate dai suoni. Attirati in trappola ai bracconieri sarebbe stato facile procedere all'abbattimento o alla cattura con le reti. Lungo l'elenco delle attrezzature sequestrate: un richiamo acustico per quaglie; tre accumulatori da 12 volt; una autoradio Panasonic per autovetture utilizzato per riprodurre le registrazioni dei cinguettii; una cassa acustica e morsetti con cavi. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook