Giovedì, 06 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Google accetta l'autocensura
IN CINA

Google accetta
l'autocensura

google-cina, Sicilia, Archivio, Cronaca

Alla fine anche Google ha capitolato e ha rimosso da ieri dal suo motore di ricerca in Cina la funzione che avvertiva che la parola che si stava cercando poteva essere sensibile per la Cina e quindi la ricerca veniva bloccata. Lo scrivono i media cinesi. La decisione della società di Mountain View di interrompere il servizio, che aiutava gli internauti contro la censura, sarebbe nata alla fine di un lungo e tormentato braccio di ferro con le autorità cinesi, cominciato lo scorso giugno. E la mossa di Google non è piaciuta agli internauti: sul web cinese sono molti i messaggi contro Google, che ha perso "la reputazione come avversatore della censura", accettando una autocensura. La 'guerra' tra Google e la grande muraglia di fuoco, il sistema cinese di censura su internet, non è recente e spinse il gigante informatico a spostare i suoi server a Hong Kong nel 2010. Nonostante questo, spesso sia Google che i sevizi di posta elettronica 'gmail' risultano bloccati in Cina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook