Mercoledì, 20 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio "Morta per over dose di Coca Cola"
UNA 30ENNE

"Morta per over dose
di Coca Cola"

Aver bevuto grandi quantita' di Coca Cola e' stato un ''fattore sostanziale'' nella morte della 30enne neozelandese Natasha Harris, morta tre anni fa in seguito a un arresto cardiaco. 

La donna beveva oltre 10 litri della bibita gassata ogni giorno. In questo modo, quotidianamente la donna assumeva un chilogrammo di zucchero e 970 mg di caffeina al giorno: si tratta del doppio del valore limite raccomandato di caffeina e oltre 11 volte la quantita' limite di zucchero consigliata.

 Il verdetto del coroner David Crerar ha trovato tuttavia contraria la Coca Cola, secondo cui non si puo' provare che la bibita abbia contribuito alla morte della donna. Natasha Harris, madre di otto figli della citta' di Invercagill, era malata da anni. La sua famiglia ha dichiarato che aveva sviluppato una dipendenza da Coca Cola e soffriva anche di sintomi tipici da crisi di astinenza quando ne era privata. Secondo Crerar, il grande consumo di Coca Cola ha fatto sorgere un'aritmia cardiaca che poi ne ha determinato la fine.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook