Giovedì, 09 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio I sindacati preoccupati per possibile chiusura centrale Edipower
S. FILIPPO DEL MELA

I sindacati preoccupati
per possibile chiusura
centrale Edipower

centrale edipower, Sicilia, Archivio

Un allarme sulla possibile chiusura della centrale Edipower di San Filippo del Mela, in provincia di Messina, é stato lanciato dalle segreterie provinciali di Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil, che in una lettera al Prefetto chiedono di "fissare un urgente tavolo di confronto al fine di rasserenare gli animi e definire un utile percorso". Nella lettera, inviata anche al ministro dell'attività produttive, i sindacati sottolineano come l'autorizzazione integrata ambientale rilasciata per la centrale termoelettrica Edipower/A2A del Comune di San Filippo del Mela abbia sancito l'imminente dismissione di due gruppi da 160 MW, sottolineando come l'atto "unito al costante calo della domanda di energia elettrica e al minor impiego di centrali termiche segnerà a breve il contenimento e dopo poco la scomparsa del sito industriale" e come le conseguenze siano "disastrose per un&rsquoarea già fortemente penalizzata sul piano produttivo e occupazionale sono disastrose, con la perdita di 300 posti di lavoro e lo smantellamento di un intero comparto economico''. I sindacati rilevano comme l'azienda abbia preferito "tergiversare snobbando qualsiasi richiesta di chiarimenti e non ha ancora indicato quale dovrà essere il nuovo assetto produttivo, come vorrà impiegare i lavoratori e quali siano i propri progetti sul futuro dell&rsquoimpianto". "La mancanza di un Piano industriale sembra essere anzi per Edipower/ A2A - concludono Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil - un fondamentale presupposto per arrivare tranquillamente e senza contestazioni, alla chiusura definitiva della centrale".(ANSA)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook