Giovedì, 05 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Partiti, abolito il finanziamento pubblico
CONSIGLIO DEI MINISTRI

Partiti, abolito
il finanziamento pubblico

finanziamento ai partiti, Sicilia, Archivio, Cronaca

''E' una è andata: abolito il finanziamento pubblico ai partiti! Ora avanti con riduzione del numero dei parlamentari. Ecco i fatti''. Così il ministro Gaetano Quagliariello, su twitter, annuncia l'abolizione del finanziamento in consiglio dei ministri.

"Avevo promesso ad aprile l'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti entro l'anno. L'ho confermato mercoledì. Ora in Cdm manteniamo la promessa". Lo scrive il presidente del Consiglio, Enrico Letta, in un tweet.

"Basta con le chiacchiere Enrico Letta. Restituisci ora 45 milioni di rimborsi elettorali del Pd a iniziare da quelli di luglio". Così Beppe Grillo replica, su twitter, all'annuncio del premier del decreto per l'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti.

Letta, priorità era chiudere entro l'anno - ''Quando il governo è nato tra le priorità aveva l'abolizione del finanziamento con una riforma e un nuovo sistema basato sulla volontarietà dei cittadini e indicammo entro fine anno il termine perché la riforma ha una fase transitoria e scavallando l'anno ci sarebbe stato un rinvio''. Così il premier Enrico Letta dopo il Cdm.

Il decreto sull'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti recepisce ''il testo della legge come approvato dalla Camera''. Così il premier Enrico Letta illustrando il decreto.

Con l'abolizione del finanziamento pubblico dei partiti "assegniamo tutto il potere ai cittadini", ha annunciato il premier. "Il cittadino che vuole dare un contributo a un partito lo può fare attraverso il 2 per mille o con contribuzione volontaria". Il sistema "non frega il cittadino" perché "l'inoptato rimane allo Stato".

Nella nuova disciplina sul finanziamento dei partiti "c'è anche l'obbligo della certificazione esterna dei bilanci dei partiti politici". Lo ha annunciato il premier Enrico Letta, aggiungendo che "questo meccanismo molto stringente renderà impossibile si torni agli scandali degli anni scorsi".

Letta, approvati Destinazione Italia e consumo suolo - Il Cdm di oggi ha approvato il ddl sul consumo del suolo, nonché il decreto e ddl che hanno al loro interno i contenuti principali del piano Destinazione Italia. Lo ha annunciato il premier Enrico Letta in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

Con il decreto Destinazione Italia "c'è una forte riduzione del costo delle bollette energetiche che è uno dei danni peggiori alla competitività delle nostre imprese", ha spiegato Letta.

Il decreto Destinazione Italia ''serve per ridare fiducia alle piccole e medie imprese con un intervento importante sul credito di imposta per la ricerca delle le imprese, che serve ad incentivare a chi vuole investire''. Così il premier Enrico Letta illustrando il decreto approvato in Consiglio dei ministri.

Letta, da Cipe ok finanziamento metro Napoli - "Abbiamo fatto anche una riunione del Cipe che ha approvato il progetto definitivo e assegnato il finanziamento della linea 1 della metro di Napoli Centro direzionale-Capodichino". Così il premier Enrico Letta illustrando le decisioni del governo.

'Interveniamo per calo costi e frodi Rc Auto' - "Interveniamo con un articolo del decreto che avrà come effetto il calo dei costi dell'Rc Auto per i consumatori e un calo delle frodi". Lo ha annunciato il premier Enrico Letta, aggiungendo che "sappiamo benissimo che sono collegati: saranno misure a favore dei consumatori importanti e significative. E' una delle materie su cui da troppo tempo si aspettavano interventi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook