Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Tragedia a Segrate Uccide collega e la moglie poi si toglie la vita
MILANO

Tragedia a Segrate
Uccide collega e la moglie
poi si toglie la vita

Un uomo di 72 anni, Domenico Magrì, ha ucciso stamattina un collega di lavoro e la moglie, e si è poi suicidato. Il primo omicidio è avvenuto intorno alle 10, a Segrate, in un cantiere di via Monviso. Qui Magrì, imprenditore edile, aveva dato appuntamento al collega Carmelo Orifici, 69 anni, fratello dell'ex sindaco di Segrate, ufficialmente per discutere questioni di lavoro. La vittima designata aveva chiamato anche il figlio Antonio, che però ha ritardato di una decina di minuti e arrivato sul cantiere ha trovato il padre morto, ucciso da numerosi colpi d’arma da fuoco in testa. Antonio Orifici conosceva l’assassino del padre, e ha avvertito subito i carabinieri. I militari, arrivati a casa di Magrì, al numero 10 di via Massimiliano Kolbe, a Bottanuco, un paese in provincia di Bergamo, hanno rinvenuto il cadavere di Magrì e quello della moglie. L’uomo aveva sparato alla signora, per poi ammazarsi. Gli investigatori stanno indagando per scoprire le ragioni del duplice omicidio-suicidio. (AGI)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook