Sabato, 16 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio "La scienza sbaglia Mai avuto relazioni con Guerinoni"
IL CASO DI YARA

"La scienza sbaglia
Mai avuto relazioni
con Guerinoni"

 

Anche se il figlio confessasse
l'omicidio di Yara Gambirasio non gli crederebbe «perché non è
vero». Ester Arzuffi, madre di Massimo Giuseppe Bossetti, rompe
il silenzio in un’intervista al Corriere della Sera in cui
afferma di non aver mai avuto una relazione extraconiugale con
Giuseppe Guerinoni - da cui sarebbe nato l’uomo accusato
dell’omicidio di Yara Gambirasio - e che la scienza ha
sbagliato: «Ne sono la prova».
«Per gli investigatori è così», ovvero che Massimo non è
figlio di suo marito ma di Giuseppe Guerinoni, ed è Ignoto 1, il
presunto killer di Yara, «per me no - spiega Ester -, al cento
per cento. Non sono mai stata con Guerinoni». «A meno che il
mio cervello non abbia resettato tutto, questa è la verità».
«Sì, vivevo a Ponte Selva come lui (Guerinoni, ndr)», «ma era
solo una conoscenza». «Mio marito voleva cambiare lavoro,
quindi ci siamo messi in macchina e siamo andati alla ricerca di
un altro posto. L’abbiamo trovato alla Filco di Brembate
Sopra». «Ci siamo trasferiti nel 1969, sarà stato marzo o
aprile, e loro (i gemelli, ndr) sono nati a ottobre del 1970,
per altro con un mese di anticipo. Mi dice come possono essere
figli di Guerinoni?».
In famiglia si parlava del caso di Yara, «perché abitava a
Brembate Sopra» e da suo figlio Massimo dice di non aver mai
«captato nulla». «Con il carattere che ho, se lo avessi visto
lì fisso a guardare i servizi sulla bambina e avessi dubitato di
lui, gli avrei detto: 'Vai dai carabinierì. Lo avrei
trascinato». La nuora, che non le crede, «mi ha ferito», dice
Ester. «I genitori di Yara sono andati dal parroco e gli hanno
detto che sono vicini alla nostra famiglia - aggiunge -. Sono
brave persone. Prima o poi andrò a trovarli e un abbraccio
glielo devo dare». (ANSA).

Anche se il figlio confessasse l'omicidio di Yara Gambirasio non gli crederebbe «perché non èvero». Ester Arzuffi, madre di Massimo Giuseppe Bossetti, rompe il silenzio in un’intervista al Corriere della Sera in cui afferma di non aver mai avuto una relazione extraconiugale con Giuseppe Guerinoni - da cui sarebbe nato l’uomo accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio - e che la scienza ha sbagliato: «Ne sono la prova». «Per gli investigatori è così», ovvero che Massimo non è figlio di suo marito ma di Giuseppe Guerinoni, ed è Ignoto 1, il presunto killer di Yara, «per me no - spiega Ester -, al cento per cento. Non sono mai stata con Guerinoni». «A meno che il mio cervello non abbia resettato tutto, questa è la verità».«Sì, vivevo a Ponte Selva come lui (Guerinoni, ndr)», «ma era solo una conoscenza». «Mio marito voleva cambiare lavoro, quindi ci siamo messi in macchina e siamo andati alla ricerca di un altro posto. L’abbiamo trovato alla Filco di Brembate Sopra». «Ci siamo trasferiti nel 1969, sarà stato marzo o aprile, e loro (i gemelli, ndr) sono nati a ottobre del 1970,per altro con un mese di anticipo. Mi dice come possono essere figli di Guerinoni?».In famiglia si parlava del caso di Yara, «perché abitava a Brembate Sopra» e da suo figlio Massimo dice di non aver mai «captato nulla». «Con il carattere che ho, se lo avessi visto lì fisso a guardare i servizi sulla bambina e avessi dubitato di lui, gli avrei detto di andare dai carabinieri. Lo avrei trascinato». La nuora, che non le crede, «mi ha ferito», dice Ester. «I genitori di Yara sono andati dal parroco e gli hanno detto che sono vicini alla nostra famiglia - aggiunge -. Sono brave persone. Prima o poi andrò a trovarli e un abbraccio glielo devo dare». (ANSA).

 

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook