Sabato, 23 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Nuovi raid a Gaza 55mila sfollati
MEDIO ORIENTE

Nuovi raid a Gaza
55mila sfollati

E' salito a 55mila il numero dei palestinesi di Gaza sfollati negli edifici dell'Unrwa (l'agenzia delle Nazioni Unite per i profughi) Ieri erano stimati in 35-40 mila e il numero cresce di ora in ora. Israele ha ordinato agli abitanti di due campi profughi nella zona centrale di Gaza, al Maghazi e Nusseirat, di sgomberare le proprie abitazioni per non restare coinvolti in futuri combattimenti.  Nei giorni scorsi ordini simili sono stati impartiti agli abitanti di localita' vicine al confine con Israele (Beit Lahya, Beit Hanun, al-Atatra, Sajaya e Zaitun). Al-Maghazi e Nusseirat al contrario sono nell'interno.

Il braccio armato di Hamas, Brigate Ezzedin al-Qassam, sostiene che 'I nostri uomini sono penetrati in territorio israeliano e combattono dietro le linee nemiche''. Il ministro della sicurezza interna Yitzhak Aharonovich ha confermato che questa mattina ''ci sono state scontri con i terroristi sulla barriera di confine''. 

Sette palestinesi sono stati uccisi durante un nuovo raid israeliano nella Striscia di Gaza.   Il raid ha colpito un gruppo di persone che si trovavano all'uscita di una moschea di Khan Younes, ha detto alla France Presse il portavoce dei servizi di soccorso Ashraf al-Qudra, aggiungendo che tre delle vittime appartenevano alle stessa famiglia.

Secondo le forze di sicurezza, undici palestinesi sono stati uccisi oggi dai tiri dei carri armati israeliani contro la Striscia di Gaza, portando a 307 il numero totale delle vittime palestinesi in 12 giorni di offensiva israeliana.  Il primo attacco ha ucciso sette persone, tra cui una donna, all'uscita di una moschea di Khan Younes, nel sud della Striscia, ha detto alla France Presse il portavoce dei servizi di soccorso Ashraf al-Qoudra. Quest'ultimo ha precisato che tre delle vittime appartenevano alla stessa famiglia. Due altre persone sono state uccise poco dopo in due attacchi distinti a Beit Hanoun, nel nord, e a Deir al-Balah, nel centro della Striscia, e infine altre due in due diversi raid ancora a Khan Younes.

Il portavoce militare israeliano ha quantificato in 1663 i razzi lanciati da Gaza su Israele dall'inizio delle ostilità. Circa 1,247 sono caduti nel sud, nel centro e nel nord del paese, mentre 346 sono stati intercettati dall'Iron Dome. Dei 160 tirati dalla Striscia dall'avvio dell'operazione terrestre, il 33% è partito dal nord, il 24% da Gaza city, il 24% dal distretto di Deir al-Balah nel centro, il 10% da Khan Yunis nel sud e l'8% da Rafah, ancora più a sud

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook