Giovedì, 05 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Lontana l'uscita dalla recessione
CRISI ECONOMICA

Lontana l'uscita
dalla recessione

In Italia servirà la troika? "No, no, assolutamente no. La prego, lo scriva a caratteri cubitali". Lo afferma il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, in una lunga intervista al direttore del Sole 24 Ore Roberto Napoletano. Per Padoan "il Paese deve riformarsi da solo e lo sta facendo. Dobbiamo farlo ancora più in fretta. Io so, e i mercati sanno, che il Paese è fortemente orientato a sostenere la crescita, ci vorrà più tempo ma non li deluderemo". "Il 3% nel 2014, e anche nel 2015, non sarà superato. Non ci sarà bisogno di una manovra aggiuntiva", chiarisce. "Non mi iscrivo a nessun partito dei gufi, sono sempre stato iscritto al partito dei realisti e qui resto - prosegue il ministro -. I dati dell’economia anche più recenti confermano un’economia che stenta a uscire dalla recessione. Rimango, però, convinto che esistano segnali positivi che andranno apprezzandosi nei prossimi trimestri e nei prossimi anni. Parlo del 2015 e del 2016. E dico questo non per una banalità contabile, ma perchè è importante mantenere una prospettiva di medio periodo e i primi atti del governo Renzi sono, per me, tutti orientati a un obiettivo: realizzare politiche con impatto duraturo e crescente nel lungo termine". Riguardo al bonus da 80 euro, Padoan spiega: "No, non mi sono mai pentito, naturalmente avrei voluto avere a disposizione risorse per fare di più, ma è importante del bonus Irpef ricordare due cose. La prima: riguarda 11 milioni di persone. La seconda: sarà permanente. Questo è importante perchè le famiglie devono avere più risorse e più fiducia per fare sì che queste risorse vengano spese".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook