Domenica, 17 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Il giorno dell'omicidio Massimo Bossetti non era a lavoro
CASO YARA

Il giorno dell'omicidio
Massimo Bossetti
non era a lavoro

Massimo Giuseppe Bossetti, l’uomo accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio, quel 26 novembre del 2010 non andò a lavoro. Il particolare, riportato oggi dal Corriere della Sera, emerge dalle relazioni di Sco e Ros, in base alle perizie tecniche eseguite e alle testimonianze raccolte. Un fatto che smentirebbe clamorosamente quanto da subito affermato dal muratore, che quel giorno aveva detto di essere andato in cantiere, a Palazzago (Bergamo) come sempre, e di essere passato da Brembate Sopra solo per recarsi a casa (un altro particolare che sembrerebbe essere smentito dalle telecamere che hanno inquadrato il furgone del muratore). Gli investigatori sarebbero arrivati a questa conclusione incrociando i tabulati delle celle telefoniche con le testimonianze dei colleghi di lavoro e di altri residenti a Brembate Sopra. (ANSA).

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook