Giovedì, 30 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Arrestato ex presidente ente formazione
COOP. EMMECIQUADRO

Arrestato ex presidente
ente formazione

arrestato, coop. emmeciquadro, ente formazione, ex presidente, Sicilia, Archivio

I carabinieri del gruppo tutela lavoro di Palermo, hanno posto ai domiciliari, su ordine del gip dopo le indagini, Luciano Tornambè, 47 anni, ex presidente dell'ente di formazione "Coop. Emmeciquadro". E' accusato di estorsione, truffa aggravata, minacce falsità ideologica. Dopo le denunce di numerosi lavoratori esasperati i carabinieri hanno scoperto che ogni mese l'indagato dava ai lavoratori la retribuzione indicativa variante da 1500€ a 2200€ per poi farsela restituire dietro minaccia di licenziamento o della cessazione dell'attività. Tornambè - dicono i carabinieri - aveva avanzato alla Regione Siciliana per 4 dipendenti la richiesta di accesso alla cassa integrazione in deroga, attestando falsamente dell'intervenuta sospensione di detti lavoratori dal lavoro per accedere alle erogazioni pubbliche. Ha inoltrato anche all'INPS delle attestazioni contenenti le false indicazioni sulla riduzione oraria dei lavoratori, mentre li teneva al lavoro. Così facendo da un lato otteneva dalla Regione Siciliana indebiti trattamenti di Cassa Integrazione Guadagni, dall'altro l'INPS e i lavoratori subivano l'evasione delle somme che l'impresa avrebbe dovuto versare per le prestazioni invece fornite. L'uomo aveva indotto un dipendente, sempre sotto la minaccia del licenziamento ingiusto, ad apporre firme false attestanti la presenza di corsisti che in realtà non avevano partecipato ai corsi dichiarati. Il GIP di Palermo ha inoltre applicato nei confronti della società, l'esclusione da agevolazioni, finanziamenti, contributi e sussidi pubblici per un anno: il provvedimento è stato notificato all'amministrazione nelle mani del Dirigente Generale della Formazione.

"La vicenda fa comprendere molto bene come spesso il disagio salariale dei lavoratori derivi dal cattivo comportamento dei rappresentanti degli enti di formazione, come viene palesemente dimostrato in questo caso". Lo afferma il governatore, Rosario Crocetta commentando l'arresto di Luciano Tornambè, presidente della cooperativa Emmeciquadro di via Rapisardi a Palermo". "Registriamo drammaticamente - continua Crocetta - un altro grave caso che non deve assolutamente mettere in pericolo il posto di lavoro dei dipendenti. Per risolvere questo problema non c'è alternativa rispetto alla rapida approvazione della legge 'Scilabra' sulla Formazione che garantisce, con l'istituzione dell'albo dei lavoratori e dell'agenzia per la gestione delle situazioni di crisi, occupazione e sostegno al reddito per i lavoratori". Per Crocetta: "Occorre fare presto, incardinando subito la legge. Il Parlamento, invece di impegnarsi continuamente a discutere su mozioni di censura, di sfiducia, cominci a fare le leggi. La Sicilia, i lavoratori e gli imprenditori ne hanno bisogno". (ANSA)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook