Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Matteo Renzi: "stoppato assalto a diligenza, indietro non si torna"
STABILITÀ AL SENATO

Matteo Renzi: "stoppato assalto a diligenza, indietro non si torna"

"Abbiamo stoppato l'assalto alla diligenza e messo in cantiere la legge elettorale. Indietro non si torna": Matteo Renzi, in contatto tutta la notte con il Senato, esprime soddisfazione con i suoi per "una partita che era davvero difficile perché erano tornati in campo vecchi appetiti e li abbiamo lasciati a bocca asciutta". 

Per il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, il ddl sulla Stabilità è ''equilibrato ed efficace. Sostiene la crescita e l'occupazione e rafforza la sostenibilità dei conti''. ''Il ddl di stabilità che ha ricevuto il via libera dal Senato e ora si avvia ad affrontare le ultime fasi dell'iter di approvazione alla Camera - dice Padoan - è un risultato importante per il Governo e per il Parlamento che, congiuntamente, si sono impegnati per definire un provvedimento equilibrato e con importanti misure volte a stimolare la crescita economica e la creazione di posti di lavoro. Nel 2015 i conti pubblici miglioreranno e questo consentirà di dimostrare ai partner europei e ai mercati che l'Italia è un Paese affidabile. Allo stesso tempo, con questa legge di stabilità, abbiamo messo in campo un significativo abbattimento delle tasse che ha pochi precedenti nella storia del Paese, il sostegno allo sviluppo, le risorse per il mercato del lavoro, il finanziamento degli ammortizzatori sociali e degli interventi per l'innovazione''. Nel 2015 ''i conti pubblici miglioreranno e questo consentirà di dimostrare ai partner europei e ai mercati che l'Italia è un Paese affidabile. Allo stesso tempo, con questa legge di stabilità, abbiamo messo in campo un significativo abbattimento delle tasse che ha pochi precedenti nella storia del Paese''. 

E poco prima di entrare alla Conferenza dei capigruppo, la presidente della Camera, Laura Boldrini, ha detto all'Ansa che "qui alla Camera c'è un clima positivo sulla legge di stabilità. C'è una buona interlocuzione con le opposizioni e mi auguro che questa interlocuzione prosegua anche per approvare le riforme".

"Le modifiche al disegno di legge di stabilità 2015 apportate sono sostanzialmente neutrali sul saldo netto da finanziare del bilancio dello Stato e sugli altri saldi di finanza pubblica". Così si legge nel comunicato finale del Consiglio dei ministri che all'alba ha approvato la Nota di variazione al bilancio di previsione dello Stato. "In termini diindebitamento netto, la manovra assicura il conseguimento degli obiettivi di finanza pubblica indicati dal Governo nei documenti programmatici, in coerenza con gli impegni assunti in sede europea".

Il governo ha incassato la fiducia al termine di una lunga maratona notturna: il maxiemendamento alla legge di stabilità ottiene poco prima delle cinque di mattina il via libera del Senato con 162 sì e 37 no. Dopo la lunga maratona, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi ringrazia senatrici e senatori per la "lezione di politica agli ostruzionisti". Il Senato ha incardinato in aula la riforma elettorale, la cui discussione generale inizierà mercoledì 7 gennaio. La decisione è stata presa dopo l'approvazione della legge di stabilità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook