Martedì, 17 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Un naufrago racconta: "Ho visto 4 morti" arriva la conferma
TRAGHETTO IN FIAMME

Un naufrago racconta:
"Ho visto 4 morti"
arriva la conferma

"Ho visto quattro persone morte, con i miei occhi, sono sicurissimo, erano davanti a me". Lo ha detto ai giornalisti un uomo di nazionalità turca, appena sceso dalla nave mercantile che lo ha portato nel porto di Bari. Lo conferma anche il governo greco.

 

L'ARRIVO DI 49 NAUFRAGHI A BARI - Hanno pianto ed hanno abbracciato i soccorritori i 49 naufraghi della nave Norman Atlantic - tra i quali 5 italiani - giunti a Bari a bordo di un mercantile. Alla vista dei soccorritori saliti a bordo, in tanti hanno pianto e hanno ringraziato per aver avuto salva la vita. Lo ha riferito ai giornalisti il prefetto di Bari, Antonio Nunziante. Solo due fra questi sono stati portati in ospedale. Si tratta di una donna georgiana incinta e di un uomo greco ustionato. Entrambi non sono in gravi condizioni. Tutti gli altri saranno a breve trasferiti nel terminal crociere per essere rifocillati e sottoposti a eventuali cure mediche. 

 

Tra le testimonianze anche quella di Leonida Costantiniris, un autotrasportatore greco fra i naufraghi giunti a Bari. "Quando ho visto il fuoco ero vicino al ristorante - racconta -. Sono sceso al piano inferiore e sono rimasto intrappolato dalle fiamme". L'uomo ha ustioni sul volto e in particolare sulle piante dei piedi.

 

IL BILANCIO DEI SOCCORSI - Intanto la Marina militare italiana su Twitter (LEGGI gli aggiornamenti istituzionali) aggiorna il bilancio dei soccorsi sul traghetto Norman Atlantic: 310 le persone portate via dalla nave, 168 ancora a bordo. In particolare 85 passeggeri sono sulla nave San Giorgio, uno é stato portato in elicottero all'ospedale di Grottaglie per una cardiopatia.

 

Nell'ospedale di Galatina (Lecce) sono sei le persone ricoverate. Si tratta di cinque donne ed un uomo, tutti stranieri, che hanno sintomi da avvelenamento lieve dovuti ad monossido di carbonio, ipotermia, e una donna è ricoverata in ortopedia per la frattura del bacino. "Potrebbero arrivare altre persone soccorse in queste ore - ha detto ai microfoni di Sky Tg24 il direttore dell'ospedale - e non siamo pronti ad accoglierli. Sono stati richiamati in servizio medici e infermieri e in tre ore abbiamo attivato un reparto ex-novo".

 

Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni rassicura: Non c'è nessun contrasto tra Italia e Grecia sulla vicenda del Norman Atlantic, ha detto a Uno Mattina, "non vedo grandi contrasti" nelle operazioni "di soccorso e salvataggio", che sono ancora "molto complicate" e si svolgono "in totale sintonia" tra Italia, Grecia ed Albania.

 

IL PUNTO di Luisa Amenduni - Si lavora senza sosta per recuperare le persone ancora a bordo del traghetto Norman Atlantic, andato a fuoco ieri al largo delle coste dell'Albania. Le operazioni di soccorso non si sono mai fermate e sono coordinate dalla nave San Giorgio della Marina. Delle 478 persone salpate a bordo del traghetto (422 passeggeri e 56 membri dell'equipaggio) quasi la metà sono greci, tra cui l'unica vittima al momento accertata: un uomo morto mentre cercava di raggiungere una scialuppa di salvataggio. Il suo corpo è stato recuperato e trasferito con una motovedetta ieri sera a tarda ora a Brindisi dove sono stati portati anche 4 feriti più gravi, due che erano a bordo della nave, un aerosoccorritore della Marina e un militare della Capitaneria di porto.

 

Con gli elicotteri sono stati trasferiti in Puglia anche diversi bambini e donne (VIDEO) dove sono stati assistiti dai medici e portati in ospedali pugliesi perchè presentano sintomi di ipotermia ma nessuno di loro è in pericolo di vita. Personale medico e sanitario è salito a bordo del Norman Atlantic ed elicotteri della Marina con capacità di visione notturna stanno operando nella zona. E' arrivato nel porto di Bari la nave mercantile Spirit of Piraeus che trasporta 49 naufraghi della Norman Atlantic. Il mercantile intorno alle 3 di questa notte era giunto a Brindisi, ma per via del mare grosso e delle difficoltà in porto si è deciso di dirottare l'imbarcazione verso Bari, dopo che un pilota del porto di Brindisi nel tentativo di salire a bordo per dirigere le operazioni di attracco ha riportato una frattura a un braccio e un secondo pilota, a causa delle onde, non è riuscito ad accedere al mercantile. Le operazioni sono coordinate dalla Prefettura di Bari e dalla Protezione civile.

 

I naufraghi stanno soffrendo il freddo e la fame poiché sono senza cibo da ieri. I soccorritori faranno un primo intervento a bordo del mercantile: chi potrà camminare verrà condotto in un presidio medico avanzato allestito all'interno del terminal crociere; tutti gli ospedali della zona sono stati allertati e sono pronti per accogliere i naufraghi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più condivisi
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook