Giovedì, 19 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Jihadi John è un londinese
RIVELATA IDENTITA'

Jihadi John
è un londinese

jihadi john, Sicilia, Archivio, Cronaca

'Jihadi john', il boia dell'Isis comparso in diversi video di esecuzioni di ostaggi, si chiama Mohamed Emwazi, ha 27 anni ed e' di Londra. Lo ha rivelato la Bbc citando fonti di Scotland Yard. Il vero nome di 'Jihadi John' era gia' noto alle autorita' britanniche che hanno deciso di non rivelarlo prima per non compromettere le indagini. Emwazi era apparso per la prima volta nel video della decapitazione del giornalista americano James Foley lo scorso agosto. Secondo amici del terrorista, l'uomo arriva da una famiglia agiata dell'ovest di Londra e si sarebbe laureato in informatica. Si pensa che sia arrivato in Siria per unirsi all'Isis nel 2012 . Mohamed Emwazi, e' nato in Kuwait, riporta la Bbc. Secondo fonti vicine al terrorista, si sarebbe avvicinato all'estremismo islamico dopo un viaggio in Tanzania organizzato a maggio del 2009. In realta', Emwazi e due suoi amici - un tedesco convertito all'Islam che si chiama Omar e un certo Abu Talib - non hanno mai fatto la vacanza perche' sono stati arrestati all'aeroporto di Dar es Salaam ed espulsi il giorno dopo. Le fonti non rivelano le ragioni dell'arresto.

Fu arrestato da antiterrorismo nel 2010 

 'Jihadi John', il boia dell'Isis il cui vero nome e' Mohamed Emwazi, era stato detenuto dall'antiterrorismo britannico nel 2010 dopo essere arrivato a Londra dal Kuwait. E' quanto si legge sui media del Regno Unito, secondo cui la polizia gli aveva preso le impronte digitali e lo aveva perquisito, inserendo poi il suo nome nella lista dei terroristi sotto controllo, e gli aveva anche vietato la possibilità di espatrio e quindi di ritorno in Kuwait

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook