Lunedì, 23 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Alì Terme, ancora off limits la Statale 114
MESSINA

Alì Terme, ancora off limits la Statale 114

di

 Ci risiamo. Era stata chiusa per frana e riaperta appena lunedì pomeriggio la Statale 114 a Capo Scaletta, ma ieri, dalle 12.30, è stata nuovamente interdetta al traffico per un movimento franoso che potrebbe causare il cedimento di una intera collina che si trova nel territorio di Alì Terme. Ma non è finita qui. Sette ore dopo, infatti, una frana è caduta subito dopo il ponte che scavalca la ferrovia. Dalla collina sovrastante si sono staccati grossi massi e una notevole quantità di terriccio, che hanno letteralmente stracciato la rete di protezione. Anche in questa circostanza, la fortuna ha assistito gli automobilisti in transito che, nonostante divieti e transenne poste dall’Anas, avevano continuato per l’intera giornata a transitare a Capo Alì, così come hanno ritenuto di fare alcuni conducenti di pullman di linea. La zona era stata interessata da due smottamenti gli scorsi 9 e 22 settembre. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Alì Terme al comando del luogotenente Salvatore Garufi. Torniamo alla collinetta all’inizio del paese, dove il fronte franoso è lungo circa 40 metri. La collinetta in questione è quella che sovrasta la strada all'uscita nord del paese, di fronte all'ex stabilimento “Terme Granata Cassibile”. Da quanto si è potuto capire dal sopralluogo dei tecnici Anas, pare che ci sia il rischio che possa scivolare verso valle senza ulteriori segnali di cedimento. La criticità è stata individuata nella parte alta del fronte collinare, che si sviluppa fino al quartiere “Ariella”, sulla Provinciale per Alì, dove c'è, sulla stessa collina, un ampio parcheggio per auto. L'allerta è alto anche perché la composizione strutturale della collinetta è prevalentemente di pietrisco misto a terriccio e questo tipo di morfologia la rende estremamente fragile. A contribuire significativamente a rendere “molle” il terreno anche, e non solo, le abbondanti piogge delle ultime settimane. Per avere un quadro reale della situazione, questa mattina l'Anas farà intervenire una squadra di rocciatori. Le Ferrovie, proprietario della collina e al cui interno c'è la galleria dei treni, dovrebbe inviare, sempre oggi, degli operai per rimuovere il materiale rimasto in bilico, soprattutto arbusti, erbacce e pietre. E ciò per scaricarsi da eventuali responsabilità nei confronti dell'Anas. Dunque, solo a conclusione del sopralluogo Anas, si potrà avere un quadro completo della situazione e sapere così quando la Statale potrà essere riaperta. Che, intanto, è stata transennata in entrambi i sensi di marcia. (Questo però non impedisce agli automobilisti e anche ai pullman di linea di transitare lo stesso). Ovviamente i tempi per il ritorno alla normalità dipenderanno dal tipo e dal tipo di interventi che saranno ritenuti necessari per mettere in sicurezza la collina.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook