Mercoledì, 29 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio De Luca contro la Bindi: "Da uccidere"
LA POLEMICA

De Luca contro la Bindi:
"Da uccidere"

de luca, Sicilia, Archivio, Cronaca
De Luca contro la Bindi: "Da uccidere"

E' polemica per una frase choc di Vincenzo De Luca su Rosy Bindi contenuta in un video trasmesso a 'Matrix'. "Quello che fece la Bindi è stata una cosa infame, da ucciderla. Ci abbiamo rimesso l'1,5%, il 2% di voti", ha detto riferendosi alla presa di posizione della presidente della presidente della commissione Antimafia, che lo aveva inserito nella lista dei "candidati impresentabili" poco prima delle elezioni regionali del 2015.

Nella sua intervista, De Luca ha parlato di "atti di delinquenza politica. E non c'entra niente la moralità, era tutto un attacco al governo Renzi", sempre in riferimento alle precedenti dichiarazioni di Rosy Bindi.

LA PRECISAZIONE E LA MINACCIA DI QUERELA - "La vicenda - grave - di un anno fa è chiusa. Non c'era e non c'è alcun problema con l'on. Bindi, nei cui confronti, al di là di ogni differenza politica, riconfermo il mio rispetto oltre ogni volgare strumentalizzazione". Così Vincenzo De Luca, secondo cui il video mandato in onda da Matrix rappresenta "l'ennesimo atto di delinquenza giornalistica", rispetto al quale "verificheremo con l'ufficio legale gli estremi della querela a fronte di una evidente violazione della privacy e violenza privata".  "Chiarisco - spiega il presidente della Regione Campania - che nell'intervista che ieri ho rilasciato a Matrix nessuna domanda, e tantomeno alcuna risposta, ha riguardato l'onorevole Bindi. Al termine della stessa intervista, il giornalista ha tirato fuori il suo tablet chiedendomi, mentre gli operatori smontavano i cavalletti delle telecamere, se poteva mostrarmi quanto aveva affermato in una precedente trasmissione l'ospite Vittorio Sgarbi sull'onorevole Bindi. Abbiamo parlato di Sgarbi, e commentato insieme, sorridendo e facendo battute, quel video che non conoscevo. Verificheremo con l'ufficio legale gli estremi della querela a fronte di una evidente violazione della privacy e violenza privata esercitata". Secondo De Luca, si è trattato di "un ennesimo episodio di scorrettezza professionale e di inciviltà".

Ma le sue parole di De Luca innescano la miccia della polemica, dentro e fuori il partito. Il vicesegretario Lorenzo Guerini bolla le dichiarazioni come "Parole inaccettabili" ed esprime "piena solidarietà" alla Bindi. "Nessuna polemica politica, per quanto aspra, o nessuna decisione, per quanto controversa - commenta Guerini - giustificano espressioni come quelle di De Luca riportate dai mezzi di informazione". Sulla stessa linea anche Debora Serracchiani che in un tweet condanna la presa di posizione del Governatore della Campania.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook