Martedì, 25 Settembre 2018
CASO RIFIUTI

De Luca jr, governatore Campania: querelo Di Maio

de luca, di maio, querela, Sicilia, Archivio, Cronaca
De Luca jr, governatore Campania: querelo Di Maio

"Ho dato mandato ai miei legali di querelare Luigi Di Maio per le dichiarazioni rilasciate ieri e nei giorni scorsi. Invito Di Maio, membro autorevole della casta a 15mila euro al mese, a rinunciare all'immunità parlamentare. Gli rinnoveremo la richiesta ogni giorno fino alle elezioni". Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

"I Cinque Stelle ci hanno chiamato assassini. Ma gli assassini veri sono quelli che bloccano le vaccinazioni". Così il governatore della Campania Vincenzo De Luca a Caserta per un appuntamento elettorale. "I Cinque Stelle - ha proseguito - sono venuti a protestare sotto la Regione e hanno presentato anche una mozione di sfiducia nei miei confronti. Io li ringrazio, visto che ogni qualvolta presentano una mozione contro di me posso spiegare loro in aula che mezze pippe sono". "Io rispetto - ha aggiunto - Roberto Fico, perché è un avversario politico e persona coerente, ma è stato fregato da Di Maio, che in questi anni ha potuto girare l'Italia come vice-presidente della Camera dei Deputati. Di Maio si è sempre presentato come anti-casta, ma lui è la casta, perché se perde i 15mila euro da parlamentare cosa potrebbe fare, visto che non ha mai lavorato?".

"Su richiesta del presidente della regione Campania abbiamo sottoscritto un protocollo di vigilanza collaborativa, gli atti di gara sulle ecoballe li abbiamo controllati in modo molto rigoroso, ma non esiste nessun sistema che possa escludere atti corruttivi". E' quanto dichiarato dal presidente dell'Anac Raffaele Cantone in una intervista rilasciata al Gr Rai delle 8. "Della Sma, la società che si occupa dello smaltimento dei fanghi - ha aggiunto Cantone - non ci siamo occupati, è totalmente controllata dalla Regione Campania, nei mesi scorsi abbiamo fatto delle ispezioni, il sistema degli appalti è risultato essere molto problematico, gli esiti di quella ispezione li abbiamo trasmessi alla Procura della Repubblica di Napoli". Cantone si è poi soffermato sull'inchiesta di Fanpage dicendosi "basito" da un dato particolare dell'inchiesta "non avrei mai pensato - ha dichiarato il presidente - che certi metodi di smaltimento illegale dei rifiuti continuassero, forse sono stato ingenuo, ma vedere il filmato in cui un delinquente criminale afferma di smaltire i fanghi buttandoli nelle fogne, mi ha colpito molto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X