Domenica, 17 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Vigilessa uccisa a Brescia, l'ipotesi degl'inquirenti: "Soffocata nel sonno con un cuscino"
L'OMICIDIO

Vigilessa uccisa a Brescia, l'ipotesi degl'inquirenti: "Soffocata nel sonno con un cuscino"

Da accertare quali elementi sul cadavere, a distanza di 140 giorni dal decesso, possono ancora essere trovati a sostegno di questa tesi
brescia, Laura Ziliani, omicidio, Sicilia, Archivio
Laura Ziliani

Laura Ziliani è stata stordita dai farmaci. Ma non uccisa dal composto di benzodiazepine trovato nel suo corpo. Chi indaga è convinto che l’ex vigilessa bresciana sia stata soffocata con un cuscino mentre dormiva sotto effetto di ansiolitici «potenzialmente idonei a compromettere le capacità di difesa». Ora bisogna vedere quali elementi sul cadavere, a distanza di 140 giorni dal decesso, possono ancora essere trovati a sostegno della tesi del soffocamento non violento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook