Venerdì, 07 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cinema

Home Cultura Cinema "Chiara" a Venezia, al film della Nicchiarelli il Sorriso Diverso Award
IL PREMIO

"Chiara" a Venezia, al film della Nicchiarelli il Sorriso Diverso Award

di
Per i contenuti socialmente rilevanti

Premio al miglior film italiano per “Chiara” di Susanna Nicchiarelli (quinta pellicola italiana in concorso ufficiale), che ha vinto ieri il dodicesimo Sorriso Diverso Venezia Award, costola del Festival Internazionale Film Corto “Tulipani di Seta Nera”, ideato dalla biologa calabrese Paola Tassone, che ne è anche direttore artistico. Il riconoscimento collaterale viene assegnato alle opere in concorso e fuori concorso della kermesse lagunare che si distinguono per contenuti socialmente rilevanti.

«In un’edizione molto ricca, tra grandi registi, novità attoriali e un’atmosfera di festa dopo le restrizioni anti-Covid – ha dichiarato Tassone – abbiamo selezionato 26 pellicole che toccano argomenti inerenti la diversità di luoghi e persone, i cambiamenti climatici, l’emarginazione fino all’attuale situazione ucraina”. “Chiara” racconta infatti la vera storia della Santa di Assisi, che decise di seguire l’amico Francesco nel suo stile vita povero e dalla parte degli ultimi. Il premio al miglior film straniero è andato invece al toccante “The Whale” di Darren Aronofsky, che mercoledì scorso ha commosso la platea veneziana per la storia e l’interpretazione del protagonista Brendan Fraser.

Da Sorriso Diverso Venezia Award anche un Premio Speciale alla Carriera, che dopo quello dello scorso anno a Raffaella Carrà, è stato assegnato postumo ad un altro monumento dello spettacolo, Gigi Proietti. A ritirarlo la moglie Sagitta Alter e la figlia Susanna. «Un mattatore della scena e un grande attore del cinema, con registi del calibro di Monicelli e Steno; ma anche uno scopritore di talenti nella sua Scuola e nella vita – ha continuato Tassone – . Un uomo attento ai cambiamenti della società, capace di analisi e denuncia attraverso la sdrammatizzazione e le sue battute. Col sorriso e la risata Proietti sapeva infondere serenità ed è quindi un artista coerente con le finalità del premio».

Madrina della cerimonia la conduttrice e showgirl calabrese Roberta Morise. Selezionati dalle principali sezioni della Mostra, i film candidati sono stati scelti da una giuria di esperti presieduta da Catello Masullo e composta da Paola Dei, Franco Mariotti, Massimo Nardin, Rossella Pozza, Armando Lostaglio e Paola Dalla Torre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook